Slide background
Slide background
Slide background

DIPARTIMENTI e DISCIPLINE


CHE COSA VUOL DIRE FREQUENTARE LA FORMAZIONE PROFESSIONALE ALL’OPUS BALLET

 

Al Centro Opus Ballet il giovane artista in formazione è visto nel suo insieme e durante il percorso di formazione professionale viene organicamente preparato tenendo conto delle proprie scelte e delle proprie caratteristiche alla professione del danzatore.

La finalità principale dei corsi professionali è il raggiungimento del più alto livello di preparazione e perfezionamento tali affrontare il mondo del lavoro nella danza e nello spettacolo in generale.

AUDIZIONI

Per accedere ai corsi di formazione professionale si tengono delle Audizioni (in Italia e all’estero) durante l’anno accademico.

TRIENNIO

Chi frequenta la formazione professionale all’Opus Ballet segue un percorso triennale (quadriennale pomeridiano) serio e impegnativo con docenti di altissimo profilo.

I corsi permettono agli studenti di frequentare le scuole o l’università a seconda delle fasce d’età (14-18 anni e 18-25 anni).

Sul piano della didattica, la caratteristica che vede l’Opus Ballet prima in Italia, prevede un approccio multidisciplinare, traversale tra tecniche e generi di danza, a patire da solide basi di Danza Classica, fino a tecniche di danza Modern e Contemporanea.

Il triennio di formazione professionale si completa con un programma di specializzazione dedicato alla composizione coreografica e ricerca di danza contemporanea R.O.S. [Research Open Space].

Durante l’ultimo anno della formazione professione è anche prevista la realizzazione di progetti coreografici e la creazione di nuove produzioni.

I giovani artisti hanno anche l’opportunità di iniziare a lavorare in residenza e di presentare al pubblico le proprie creazioni nello spazio performativo dell’Opus Ballet [L.OF.T.].

ESAMI

Ciascun anno sono previste due sessioni d’esame: invernale (febbraio) e di fine anno (giugno).

DIPLOMA

Il Diploma finale viene rilasciato al termine del triennio, che comprende: due anni di Corso di Formazione Professionale ed un anno di specializzazione R.O.S., per chi frequenta la mattina e quattro anni di Corso Professionale per che frequenta il pomeriggio, verrà rilasciato il Diploma Finale.

…ALTRE ATTIVITA’

Oltre alla preparazione tecnica e didattica la scuola prevede un’intensa attività di palcoscenico grazie all’organizzazione di eventi e spettacoli dove gli stessi allievi sono protagonisti.
Durante la formazione professionale agli studenti è inoltre fornito adeguato sostegno per la preparazione per audizioni, concorsi o casting.
L’attività formativa nell’arco di ciascun anno accademico si avvale della collaborazione di Maestri di chiara fama internazionale, per ogni tipo di disciplina coinvolti Stage /Seminari e laboratori di alta formazione e perfezionamento .

Il Centro Opus Ballet è inoltre orgoglioso di avere tra le qualifiche dei propri insegnanti l’American Ballet Theatre® National Training Curriculum, un programma in 9 Livelli che combina formazione artistica di alta qualità con i principi fondamentali in materia di salute per il ballerino e lo sviluppo del bambino.
L’American Ballet Theatre® National Training Curriculum consiste in un set completo di linee guida, basate su risultati adeguati per ciascuna età e per permettere la più alta qualità nella formazione di Danza Classica per gli studenti di tutte le età e livelli di abilità.

Pre-Primary al Livello 3 è insegnato da ILARIA LANDI, ABT® certified teacher, che ha completato con successo la formazione intensiva in Pre-Primary fino al Livello 3 dell’ABT® National Training Curriculum.

Pre-Primary al Livello 3 è insegnato da MARIELOUISE URCIUOLI, ABT® certified teacher, che ha completato con successo la formazione intensiva in Pre-Primary fino al Livello 3 dell’ABT® National Training Curriculum.

VERIFICA LE PROSSIME DATE DELLE AUDIZIONI PER L’AMMISSIONE E L’ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO.

I diplomati OPUS BALLET sono danzatori e coreografi professionisti che lavorano nelle realtà e nelle compagnie più grandi del panorama artistico nazionale e internazionale.


DEPARTMENTS AND DISCIPLINES

WHAT IT MEANS TO ATTEND THE PROFESSIONAL TRAINING PROGRAM AT OPUS BALLET

area_professionale 

The Opus Ballet Centre focuses its attention on developing the young dancer into a complete artist. Each student enrolled in the professional training program is seen as an individual and thus prepared for a professional dance career according to his/her specific choices and characteristics.

The aim of the professional courses is to give the students the highest level of preparation and specialization in order to enter the professional world of dance, and performing arts in general, with the best possible tools.

AUDITIONS

Auditions for admission to the professional training program are held during the academic year.

THREE-YEAR PROGRAM

Students attending the three-year program at Opus Ballet follow a serious and demanding program of study with highly qualified teachers.

The courses are scheduled to allow students to attend school or the university, according to their age (14-18 and 18-25, respectively).

In terms of education, Opus Ballet ranks first in all of Italy for its multidisciplinary approach, offering various techniques and genres that span from a solid classical ballet foundation to Modern and Contemporary techniques.

The last year of the three-year professional training program is devoted to choreographic composition and research of contemporary dance R.O.S. [Research Open Space].

During this time, the students also have the opportunity to choreograph their own works and create new productions.

In addition, the young artists will have the chance to begin working in residence and present their work to the public in the [L.OF.T.] performing space at Opus Ballet.

EXAMS

There are two exams sessions per year: winter (February) and at the end of the school year (June).

DIPLOMA

The final diploma is awarded only after completing three years of study.

OTHER ACTIVITIES

In addition to technical and educational preparation, the school also provides numerous performing opportunities and events where the students are protagonists.
During the professional training program the students are also given adequate help in preparing for auditions, competitions and casting.
During the course of each academic year, to further enrich their education, the students are also given the opportunity to study with internationally renowned teachers in all of the different disciplines involved in the training program. Dance Intensives/Seminars and Workshops.

The Opus Ballet Centre is proud to include the American Ballet Theatre® National Training Curriculum, a breakthrough 9 level program that combines high quality artistic training with the basics on dancer health and child development.
The ABT® National Training Curriculum consists of a comprehensive set of age-appropriate, outcome-based guidelines to provide the highest quality ballet training to dance students of all ages and skill levels.

Pre-Primary through Level 3 will be taught by ABT® Teacher, ILARIA LANDI, who has successfully completed the ABT® Training Intensive in Pre-Primary through Level 3 of the ABT® National Training Curriculum.

Pre-Primary through Level 3 will be taught by ABT® Teacher, MARIELOUISE URCIUOLI, who has successfully completed the ABT® Training Intensive in Pre-Primary through Level 3 of the ABT® National Training Curriculum.

Admission to the professional training program is by AUDITIONS (see the next dates)


  • VALENTINA ZAPPA

    Valentina Zappa nasce a Siena il 15-05-1992.Dal 2007 accede alla “Scuola Del Balletto Di Toscana”. Nel 2010 entra a far parte della compagnia giovanile “Antitesi Ensemble BDT”, diretta da Arianna Benedetti. Dal 2010 al 2013 lavora nella compagnia “Antesi Ensemble BDT, partecipando a tutte le produzioni. Dal 2014 entra a far parte dell’organico danzatori della compagnia “Opus Ballet, prendendo parte alle produzioni di Arianna Benedetti, Samuele Cardini, Philippe Talard. Nel 2015 prende parte al lungometraggio “The Rite of City II” diretto da Maurice Lai e coreografato da Noel Pong.

    Partecipa come danzatrice a un video musicale del musicista Michel Fadel.

    Dal 2017 inizia a lavorare all’estero (Lussemburgo, Germania, Finlandia) come ballerina freelance lavorando con Jean-Guillaume Weis (Dance Theatre Luxembourg), Hannah Ma (The People United), Giovanni Zazzera, Saeed Hani.

    Prende parte ad un progetto site-specific diretto dal coreografo Sang Jijia all’interno del festival

    Fabbrica Europa e presentato anche al Festival CCDC di Hong Kong.

    Nel 2019 vincitrice del bando “Crossing the Sea” con un progetto in collaborazione con gli artisti Giovanfrancesco Giannini e Fabio Novembrini.

    Attualmente lavora come ballerina freelance.

  • VALENTINA ZAPPA

    Valentina Zappa nasce a Siena il 15-05-1992.Dal 2007 accede alla “Scuola Del Balletto Di Toscana”. Nel 2010 entra a far parte della compagnia giovanile “Antitesi Ensemble BDT”, diretta da Arianna Benedetti. Dal 2010 al 2013 lavora nella compagnia “Antesi Ensemble BDT, partecipando a tutte le produzioni. Dal 2014 entra a far parte dell’organico danzatori della compagnia “Opus Ballet, prendendo parte alle produzioni di Arianna Benedetti, Samuele Cardini, Philippe Talard. Nel 2015 prende parte al lungometraggio “The Rite of City II” diretto da Maurice Lai e coreografato da Noel Pong.

    Partecipa come danzatrice a un video musicale del musicista Michel Fadel.

    Dal 2017 inizia a lavorare all’estero (Lussemburgo, Germania, Finlandia) come ballerina freelance lavorando con Jean-Guillaume Weis (Dance Theatre Luxembourg), Hannah Ma (The People United), Giovanni Zazzera, Saeed Hani.

    Prende parte ad un progetto site-specific diretto dal coreografo Sang Jijia all’interno del festival

    Fabbrica Europa e presentato anche al Festival CCDC di Hong Kong.

    Nel 2019 vincitrice del bando “Crossing the Sea” con un progetto in collaborazione con gli artisti Giovanfrancesco Giannini e Fabio Novembrini.

    Attualmente lavora come ballerina freelance.

  • DIEGO SINNIGER

    Danzatore e Coreografo spagnolo, si definisce “senza etichetta”, si sente infatti legato a ogni tipo di espressione artistica mediata dalla sensibilità individuale di ogni performer. Lavora sul movimento secondo una tecnica da lui sviluppata e chiamata “coscienza muscolare” (un mix di danza contemporanea, hip hop, arti circensi ed arti marziali). Inizia la sua carriera tra la Spagna e New York nell’ambito della danza urbana. Lavora in progetti nazionali e internazionali come Brodas Bros, Uniq, Dblock, A Base de Bases, mentre continua il suo percorso formativo nell’ambito della danza contemporanea tra la Spagna, la Francia, Bruxelles e la Germania. Durante i suoi periodi all’estero, partecipa a diverse manifestazioni di rilievo quali Varium Barcellona, Cobosmika Seeds Palamos, Festival Deltebre Dansa e riceve insegnamento da coreografi importanti tra cui Wim Vandekeybus, Elena Fokina, Peter Jasko, Anton Laschky, Jordi Cortés, Laura Aris e Francisco Cordoba.
    Ha lavorato come coreografo e performer in DISCONNeCTLIOV e PaH, collaborando in simultanea con diverse compagnie tra le quali la compagnia Lali Ayguadé per UanMiKokoro (grande successo di pubblico e critica a Interplay/18) e SABA, Roser Lopez Espinosa per Noviembre, Ziomara Hormaetxe per Biopiracy e compagnia Cobosmika per O.T.A. e Scrakeja’t.

  • GIOVANNI GAVA LEONARDUZZI

    Giovanni Gava Leonarduzzi inizia il suo percorso con la parola “B-Boy”, nella breakdance, dove è attivo dal 1997.Ha iniziato rapidamente a cercare una strada alternativa in questo tipo di movimento, cercando di crearne una sua identità e creazione di un nuovo linguaggio che ora potrebbe essere definito “sperimentale”. Tutto quello che ha creato in questi 20 anni nasce dal footwork, che prevede l’uso delle mani e piedi nel pavimento. Da questa tecnica ha iniziato una ricerca oltre il semplice gesto. La caratteristica principale di questa ricerca è quella di astrarre il movimento nato dalla break dance. Dal 2012 sta lavorando a due progetti diversi e paralleli: come breakdance performer e come coreografo e performer della compagnia di danza Bellanda.

    2013 finalista al “Premio Equilibrio Roma” con una sua creazione “Senza saper né leggere ne scrivere”.

    2016 ha lavorato in diverse compagnie come il Balletto Civile di Michela Lucenti in “Orfeo Rave”e “Prima della pausa”; MN Dance Company in “Conspiracy of Silence”.

    Ha partecipato a molte residenze artistiche, comeArtefici- residenze creative FVG, Anticori XL; e Festival di elevata importanza, “FuoriFormato” (Genova), “Corto in Danza” (Cagliari). Menzione Speciale del Premio della Giuria e Premio Extension tour a 24MasDanza. Eseguito il brano “Sono Solo Tuo Padre” a Quinzena de danca de Almada.

    2019 sta lavorando con la mia Compagnia Bellanda al progetto “Fioriture”, che ha già debuttato.

  • FRANCESCO MANGIAPANE

    Francesco Mangiapane nasce a Firenze nel 1987. Conclusa una prima formazione presso la scuola del Balletto di toscana si perfeziona presso l’Accademia nazionale di danza (Roma) conseguendo la Laurea in Discipline coreutiche con il progetto – Chroma Key – esposto presso la galleria d’arte contemporanea, Treespace Gallery (Londra).

    Danza in coreografie di: Ismael Ivo, Alessandro Bigonzetti, Ranko Yokoyama, Joseph Fontano ed altri celebri coreografi nel panorama internazionale.

    Docente di tecnica della danza contemporanea e composizione coreografica dal 2006, collabora con alcune tra le più prestigiose realtà formative italiane ed estere.

    Nel 2021 fonda Rame dance phylum, un progetto creativo all’interno del quale promuovere e sperimentare il proprio linguaggio creativo che si arricchisce grazie alla collaborazione con giovani musicisti e danzatori italiani. Crea per la compagnia – Mormora – (Solo Coreografico ‘21 Tunisia) e – De Causis Naturae

  • LALY AYGUADE

    Lali Ayguadé è nata a Barcellona nel 1980. Si è unita al Conservatorio Liceu di Barcellona, all’Institut del Teatre di Barcellona per la danza nel 1996 e dopo un anno, ha deciso di allenarsi a PARTS (Belgio).

    Ha lavorato con Publik Eye Company in Danimarca, Akram Khan Company, Enclave Dance Company, con Marcos Morau di La Veronal.

    Nel 2010, è stata nominata “ballerina eccezionale” per i premi della critica di Londra, e nel 2014 come “miglior creatore”. Nel 2016, è stata anche nominata come “Migliore ballerina” per i premi della critica “Recomana.cat” a Barcellona.

    Ha recitato nel cortometraggio “TIMECODE” che è stato premiato con il Palme d’Oro al Festival de Cannes, il Goya Award, il Gaudi Award ed è stato nominato agli Oscar 2016 tra gli altri.