I lavori continuano

 

NUOVI SPAZI E ATTIVITÀ!

 

 

lightBOX– accendi la danza!

 

Opus Ballet, in controtendenza al lockdown, apre nuovi spazi dal respiro internazionale per la danza a Firenze.

Apertura dal 14 settembre per un programma intenso di open classes e workshop formativi e creativi con importanti coreografi italiani e internazionali.

 

#lightBOX #opusballet
#Openclasses  #workshopformativi/creativi  #residenzeartistiche  #performances

 

Docenti Light Box

Lali Ayguadé

. . .

Lali Ayguadé è nata a Barcellona nel 1980. Si è unita al Conservatorio Liceu di Barcellona, ​​all’Institut del Teatre di Barcellona per la danza nel 1996 e dopo un anno, ha deciso di allenarsi a PARTS (Belgio). Nel suo quarto anno, ha creato l’assolo “Silence”, allenato da Wim Vandekeybus. Dopo la sua formazione, è entrata a far parte della Publik Eye Company in Danimarca, diretta all’epoca da Carmen Mehnert. Nel 2003, Lali è entrato a far parte della Akram Khan Company come membro a tempo pieno creando ed esibendosi nelle produzioni: “Kaash”, “Ma”, “Bahok” (insieme al Balletto Nazionale Cinese), “Strada verticale” e “Confluenza” collaborando con Nitin Sawhney e Ricardo Nova.
Ha lavorato con Roberto Olivan (Enclave Dance Company) nella produzione “Homeland” e con Hofesh Shechter nelle produzioni “In your rooms”, “Cult” e “L’arte di non guardare indietro”. Ha anche lavorato con Marcos Morau di La Veronal (Premio nazionale spagnolo di danza nel 2013 come miglior coreografo) nel pezzo “Portland” e con la compagnia di circo contemporanea Baró d’Evel con la quale ha interpretato “Mazut” e “Besties”.
Nel 2005, Lali ha coreografato “Twice Read” insieme al ballerino e coreografo slovacco Anton Lachky (uno dei fondatori del collettivo di danza Les Slovaks). Tra il 2007 e il 2009, ha coreografato altri piccoli lavori con l’acrobata e il clown Joan Ramon Graell (direttore dell’Associazione Circus di Barcellona). Nel 2012 ha creato il trio “Little Me” con la ballerina coreana Young Jin Kim e Joan Català per il Salmon Festival nel Mercat de les Flors di Barcellona; e per l’anniversario di Ramon Llull, ha creato “Encontre” con Joan Català e Jordi Molina. Nel 2013, ha creato due brevi duetti: “Incognito” e “Saba”.

Nel 2015, ha creato il suo primo lungometraggio con quattro interpreti, “Kokoro”, coprodotto da Mercat de les Flors e Temporada. L’anno seguente, ha co-creato “De Camino al Otro” con l’acrobata Julian Sicard.
Lali sta attualmente lavorando a “iU an Mi” coprodotto da Mercat de les Flors, Bolzano Danza Festival e Temporada Alta.
Nel 2010, è stata nominata “ballerina eccezionale” per i premi della critica di Londra, e nel 2014 come “miglior creatore”. Nel 2016, è stata anche nominata come “Migliore ballerina” per i premi della critica “Recomana.cat” a Barcellona.
Ha recitato nel cortometraggio “TIMECODE” che è stato premiato con il Palme d’Oro al Festival de Cannes, il Goya Award, il Gaudi Award ed è stato nominato agli Oscar 2016 tra gli altri.
Lali condivide la sua tecnica e le indagini legate alle sue creazioni in tutto il mondo attraverso seminari.

Alessio Barbarossa

. . .

danzatore e direttore artistico della “Compagnia Barbarossa Danza” (IN and OUT BALLET).
Nel 1988 inizia lo studio del teatro in 2 compagnie “La Luna negli Occhi” diretta dalla maestra Franca Melis ed “ Il Crogiuolo” diretto dal regista Mario Faticoni (Cagliari). Tra il 1995 e il 2008 studia differenti tecniche di danza frequentando scuole e percorsi formativi in Italia, Spagna, Inghilterra e America. Dal 2001 a oggi sono diverse le esperienze professionali che lo vedono impegnato come danzatore in teatro, video musicali e tv, tra i più importanti tra il 2001 e il 2002 è danzatore stabile nel musical di produzione Australiana “Burn the Floor” coreografia di Anthony Van Last e Jason Gilkilson (USA tour), nel 2010 crea e interpreta insieme alla danzatrice Francesca Assiero Brà “Mente Divisa” duo contemporaneo che verrà rielaborato è inserito nelle azioni performative organizzate dalla compagnia “Art Meeting” in mostre e convegni dedicate alla sensibilizzazione delle malattie mentali, nel 2012 danza per la produzione del Tetro di Verona le coreografie di Virgilio Sieni per il “Don Quichotte” di Federico Tiezzi e per la produzione Spazio Danza Compagnia le coreografie di Donatella Cabras in “Ninna Nanna”.

Negli ultimi 10 anni approfondisce lo studio della danza contemporanea collaborando come danzatore e coreografo con artisti in diverse performance di danza e teatro. Nei diversi stili come danzatore ha sempre dedicato particolare attenzione alla parte creativa ed espressiva del movimento, sentendo la necessità di ricercare un proprio linguaggio, analizza e confronta gli elementi che accomunano gli stili di danza da esso percorsi. Parallelamente all’attività da danzatore nel 2008 fonda a Cagliari la compagnia giovanile “IN and OUT Ballet” che nel 2012 prenderà il nome di “Compagnia Barbarossa Danza”, allestendo le sue prime produzioni di danza contemporanea: “Danza e Mitologia”, “Bisogno d’Essere, “Basta Poco”, “Archetipo”, “F5”, “Quaranta”. Collabora come docente/ coreografo nel 2012 con la compagnia ”Yorke Dance Project” di Londra allestendo la produzione “Con-TEXT (shift)” e dal 2014 con la compagnia il “Balletto di Siena” (Siena). Come insegnante ha collaborato, tra i centri più importanti, con il “The Place/London Contemporary” e “Lewisham College/LPC Theatre” di Londra, “Kaos Professione Danza”, “Opus Ballet” e “oMA OfficinaMovimentoArte” di Firenze, “Centro Danza Chianti” di San Casciano” e “Ateneo della Danza” di Siena.

Dal 2010 affiancandosi ad artisti di esperienza internazionale crea percorsi dedicati all’approfondimento di tecniche e pratiche contemporanee per danzatori.

Monica Baroni

. . .

Nata a Firenze il 10 Agosto 1972, inizia i suoi studi al “Balletto di Toscana” sotto la direzione di Barbara Baer, prosegue i suoi studi con la danza contemporanea insieme a Cinzia Cascianini e Virgilio Sieni.

Dal 1990 al 2002 ha fatto parte della compagnia di Virgilio Sieni danzando in tutte le sue produzioni, come: Re Lear (1990), Eclisse (1991), Studi su Amleto e Ofelia (1991), Cantico 1,2,3,4,5 (1993), Quartetti sul Vento (1994), Soli sulla Sparizione (1994), Studi sulla Regina delle Nevi (1994), Orestea Nuda (1995), Apollo (1995), Casina dei Biscotti (1996 e 2004), Fulgor (1996), Yes Yes Capuxe Red (1997), L’ Entrata nella Porta Senza Nome (1997), Pinocchilus (1999), Babbino Caro (2000).

Ha fatto tournées in Argentina, Corea, Malesia, Singapore e in tutta Europa.

Ha collaborato con il chitarrista classico David Richter come solista per la creazione di un video, con la giovane coreografa Antonella Agati per la creazione di alcune coreografie quali LEGA/MI con la partecipazione di Luca Miniati, campione mondiale di break dance.

Per tre anni di seguito ha fatto parte delle produzioni della compagnia di danza moderna Mistral con coreografie di Deanna Losi e regia di Roberto Guicciardini.
Dal 2007 docente del Florence Summer Dance, direzione artistica Liliana Candotti in collaborazione con ProDanzaItalia New York.

Arianna Benedetti

. . .

Nata a Baden (Svizzera) nel 1965 inizia lo studio della danza classica e moderna in alcune Scuole livornesi, completando la preparazione tecnica e artistica e perfezionandosi con importanti Maestri internazionali, in particolare anche presso lo Studio Harmonic di Parigi. Si dedica quindi all’insegnamento ed alla coreografia e nel ’96 costituisce un proprio gruppo produttivo denominato ‘Antitesi’, con il quale crea anche coreografie di hip-hop; invitata ripetutamente a condurre stage di modern e hip-hop alla Scuola del Balletto di Toscana, diretta da Cristina Bozzolini, è docente dal 2003 agli Stage internazionali ‘Danz&state’ di Firenze e membro della Giuria all’omonimo Concorso internazionale.Nel frattempo è stata invitata anche a condurre uno stage presso la ‘Bommer Academy for dance’ in Israele e come docente di modern jazz presso la Compagnia di danza impegnata nel musical ‘Notre Dame de Paris’ di Riccardo Cocciante, oltre ad una presenza, come docente ospite, in numerose Scuole di Danza in molteplici regioni italiane. Dopo aver raccolto innumerevoli primi premi in Concorsi di danza, promossi da Festivals ed Istituzioni ed aver conseguito apprezzamenti lusinghieri, di critica e di pubblico, con le esibizioni del proprio gruppo produttivo ‘Antitesi’, nel 2004, su invito di Cristina Bozzolini, pur mantenendo, per un qualche tempo, la direzione didattica di una sua Scuola di danza a Livorno, si è trasferita a Firenze assumendo il coordinamento del Dipartimento Danza modern e contemporanea della Scuola del Balletto di Toscana e, contestualmente, collaborando, con creazioni coreografiche, allo sviluppo ed al successo della Compagnia giovanile ‘Junior BallettO di ToscanA’, formazione di tirocinio professionale della Scuola del BdT, diretta da Cristina Bozzolini, per la quale ha creato inizialmente le brevi coreografie ‘Emozioni tre’ su musica degli Shadow, ‘Fuggente’ su musica di Arvo Part e G. Sollima, ‘Guaio’ su musica dei Massive Attack e di G. Sollima, qualificandola sicuro talento emergente.Sviluppando questa sua vocazione, sempre con il convinto sostegno della Bozzolini, ha creato coreografie su canzoni degli Avion Travel, dal vivo, al Gala del Festival di Todi 2006, quindi ha creato un brano ‘Assisa’ su musiche elettroniche, in collaborazione con Luca Miniati, frutto di una prassi di contaminazione tra vari linguaggi di danza, un balletto di vivace atmosfera partenopea ‘Pariamm’ su musica degli Spaccanapoli, le coreografie per una nuova co-produzione Junior BdT / Pupi e Fresedde del Teatro di Rifredi, con il riallestimento del lavoro teatrale ‘La Terra del Rimorso’, nel trentennale della debutto della storica Compagnia fiorentina diretta da Angelo Savelli, infine il brano ‘Modernismo’ su musica di Stavostrand ed a conclusione dell’annata 2008, il debutto dell’ultimo suo lavoro ‘MeEM’ su musiche di Koulomek, Reich, Van Beethoven.Nel 2009 realizza per lo Junior BdT una nuova coreografia, “Il Filo di Arianna”, su commissione del Circuito Arteven, per il Teatro Toniolo di Mestre, incentrata su di un breve duetto maschile ispirato al mito del Minotauro, con musica dal vivo realizzata per batteria elettronica da Federico Bigonzetti.Alla sua produzione coreografica, che registra un crescente successo nei numerosi spettacoli dello Junior BdT in importanti Teatri italiani, affianca, con l’insegnamento nella prestigiosa Scuola fiorentina, anche la conduzione di stages di perfezionamento, su invito di molteplici Scuole di danza italiane.
Nel 2010 realizza una produzione per la compagnia Junior BdT, “Quant’è bella giovinezza che si fugge tuttavia..” e in collaborazione con il maestro Eugenio Scigliano “..chi vuol esser lieto sia..”, in tournèe in prestigiosi teatri italiani, come la Fonderia di Reggio Emilia, il Ponchielli di Cremona, il Giglio di Lucca, etc. nel 2011 realizza “Angue”per il Maggio Danza” teatro Goldoni firenze.Nello stesso anno una nuova produzione”Mschere”con la sua compagnia giovanile”ANTITESI ENSEMBLE”in tournèe nei teatri-rifredi,villa strozzi,stazione leopolda(fabbrica europa)treviso”stelle di domani”verona,arezzo,faenza,mestre,vicenza,terra del sole,etc.Nel 2012 lascia l’incarico di coordinatrice del dipartimento contemporaneo della scuola Balletto di Toscana per approfondire il lavoro coreografico..Nello stesso anno è docente in molte scuole italiane,Balletto di toscana,opus ballet,florence dance center,kaos,firenze.Dance studio faenza,danz arte carrara ,Arabesque livorno,Kdemia-kriliu montecatini. “Descrizione del lavoro” L’interesse per la ricerca coreografica ha comportato la costruzione di una danza articolata in linee trasversali ed in una pluralità di linguaggi espressivi come,modern,danza urbana,contemporaneo,animando forme corporee e dinamiche minimaliste,stimolando anche l’emotività e la creatività individuale in un rapporto non casuale con le scelte musicali.La coreografia,più che impostare sequenze rigide,stimola la sensibilità degli interpreti,orientando azioni e reazioni con margini di libertà,se non di improvvisazione,per l’insieme dei danzatori, non trascurando tuttavia particolari e sfumature di una gestualità che resta elegante.

Daniele Bianco

. . .

Danzatore per la compagnia “Le Supplici”  dal 2015
Nel 2018/2019 per la Lyrical Dance Company
Nel 2019/2020 come performer in “Ifigenia (studio sulla rinuncia) di Angelo Petracca.
Collabora con vari centri di formazione professionale di danza come insegnante o come coreografo ospite.
Da alcuni anni ha iniziato un percorso personale di ricerca coreografica.

Jari Boldrini

. . .

Inizia la danza all’età di 10 anni e nel 2008 inizia il percorso di formazione professionale presso l’Opus Ballet di
Firenze, studiando con professionisti internazionali.
Nel 2010 inizia LOFT un percorso di perfezionamento, approfondendo i linguaggi della danza contemporanea.
Nel 2012 vince il premio “SoDanca” al Rieti Festival.

ESPERIENZE
PROFESSIONALI
2018

  • Collabora con Marina Giovannini in:  Ballata
  • Collabora con Letizia Renzini in: DeCameron 2.0
  • Finalista al concorso Premio Equilibrio con Ultima Estate.
  • Dà vita allo Stabile di Li con altri 8 danzatori e presentano la loro prima creazione 56.

2017 – 2018

  • Collabora con la coreografa Cristina Krystal Rizzo danzando in: VN Serenade, Ultras-sleeping dances.

2017

  • Collabora con il coreografo Nelson Reguera all’interno del Sziget festival danzando in: Con Jamon

2016

  • Collabora con la compagnia Thor dance Company danzando in: Anima Ardens

2014

  • Coreografa e interpreta l’opera Vesalii Icones, diretta da Peter Maxwell alla Biennale Musica di Venezia

2012 – 2018

  • Collabora con la compagnia Virgilio Sieni, danzando in: De Anima, Sonate Bach, Esercizi di Primavera, Dolce Vita, La Sagra Della Primavera,Quintetti sul
    nero, Petruska, Il Prigioniero/Quattro pezzi sacri, Bach Duet, La Natura Delle Cose.

2012-2017

  • collabora con la compagnia Le Supplici Fabrizio Favale danzando in: Isolario, Cartografia Disabitata , Alberi, Rain.

ALTRI PROGETTI

Dà vita allo Stabile di Li con altri 8 danzatori e presentano la loro prima creazione 56.
Collabora con la coreografa Cristina Krystal Rizzo danzando in: VN Serenade, Ultras-sleeping dances.
Collabora con il coreografo Nelson Reguera all’interno del Sziget festival danzando in: Con Jamon
Collabora con la compagnia Thor dance Company danzando in: Anima Ardens
Coreografa e interpreta l’opera Vesalii Icones, diretta da Peter Maxwell alla Biennale Musica di Venezia
Collabora con la compagnia Virgilio Sieni, danzando in: De Anima, Sonate Bach, Esercizi di Primavera, Dolce Vita, La Sagra Della Primavera,Quintetti sul
nero, Petruska, Il Prigioniero/Quattro pezzi sacri, Bach Duet, La Natura Delle Cose.
collabora con la compagnia Le Supplici Fabrizio Favale danzando in:
– Isolario, Cartografia Disabitata , Alberi, Rain.
– Corpus/Visitazioni e Deposizioni a Palazzo Strozzi a Firenze.
– Tre Agora al Marseille Mucem Musee, per celebrare Marsiglia Capitale Europea della Cultura 2013
– Vita Nova al Bozar di Bruxelles Centro delle Arti per l’esposizione di dipinti Ars Narrandi.
– Atlante del gesto perfomance di un mese per l’apertura della Fondazione Prada a Milano, all’interno della struttura creata dall’architetto Rem Kooihaas.
– Coreografa Divino per metà, produzione Virgilio Sieni/Centro nazionale di produzione all’ interno del festival la Democrazia del corpo (2018).
– Coreografa Tiny space Costruzione per il festival nuovi cantieri culturali isolotto (2018)
– Coreografa verso una visione caleidoscopica, produzione Cango/Centro di produzione sul linguaggi del corpo e della danza nella rassegna Stanze Segrete (2015).

 

Adriano Bolognino

. . .

Adriano Bolognino (Napoli, 1995), come danzatore lavora in giovani compagnie come Milano Contemporary Ballet, Valencia Dancing Forward e StudioXL Reggio Emilia, danzando creazioni di Wayne McGregor, Marcos Morau, Roberto Altamura/Vittoria Brancadoro, Joan Crespo, Francesco Curci, Natalia Iwaniec, Damian Munoz, Laura Matano, Nicoletta Cabassi.
Nel 2018 lavora con il coreografo Jorge Crecis come danzatore e poi come assistente all’Università delle Arti di Malta. Crea nel 2019 per la compagnia EgriBianco la creazione “Your body is a battleground” trio version e la creazione “Preludio dell’anima” per il progetto di formazione OCDP di Verona. Le sue creazioni vanno in scena in festival, rassegne e teatri nazionali ed internazionali tra cui Cross Festival Verbania 2019, Peccati di Chore/Opifico di Roma, LDIF Leicester, What
we are Udine, Opus 1 Slovenia, Corpo Mobile Festival, Inventaria Festival, Monday Dance Napoli, Festival Ammutinamenti, Fabbrica Europa 2020, Gender Bender Festival 2020, Estate Fiorentina 2019, e Biennale College Coreografi 2019, dove realizza La più viva delle città morte.
Con RM94978 from Paris to Tenerife, lavoro selezionato per la Vetrina della giovane danza d’autore 2019 Anticorpi XL, è finalista del Premio Twain_direzioniAltre e vince nel 2019 il Premio Prospettiva Danza Teatro di Padova. È uno dei coreografi di Anghiari Dance Hub
2019, dove crea Gli Amanti. La Biennale di Venezia gli commissiona un nuovo lavoro per il festival 2020 ad Ottobre con
la produzione di Cornelia.
La versione completa di “RM94978 from Paris to Tenerife” andrà in scena al Festival Prospettiva Danza Padova 2020 con la produzione di Cornelia.

Samuele Cardini

. . .

Docente, danzatore e coreografo inizia i suoi studi a firenze con Rosanna Brocanello e Marga Nativo.

Dopo un breve periodo di tirocinio nella giovane compagnia Opus Ballet, entra a far parte della compagnia Virgilio Sieni Danza, dove resterà per sei anni collaborando alle coreografie.

Inizia poi un percorso di ricerca coreografica indipendente, collaborando negli anni con altri artisti coreografi, vincendo il premio Home di Scenario Pubblico indetto dalla compagnia Zappalà Danza e il premio Equilibrio insieme a Marina Giovannini. Nel frattempo continua il suo percorso come insegnante tenendo lezioni e laboratori nelle scuole più prestigiose d’ Italia e al’ estero.

Oggi è direttore artistico di R.O.S. – Research Open Space, corso di perfezionamento per danzatori contemporanei presso il Centro OpusBallet, dove collabora anche come coreografo della compagnia e continua a tenere seminari in tutta Italia.

Nicola Cisternino

. . .

Si diploma presso la scuola di formazione Opus Ballet di Firenze, in tecnica contemporanea, urbana e classica.
Nel 2011 inizia il lavoro da professionista prima presso la compagnia Petrillo Danza, poi Virgilio Sieni, collaborando con diverse realtà come il collettivo Ritmi Sotterranei, il Collettivo Cani, la compagnia Mda danza, la compagnia MuxArte, il progetto Kinkaleri, Piergiorgio Milano, compagnia Abbondanza/Bertoni, Cristina Rizzo, Anton Lachky, Company blu. Quest’anno interprete per le nuove produzioni di Silvia Gribaudi e Virgilio Sieni. Vincitore da solista
di diversi premi, come DanzaFirenze, Danza in Fiera, Spoleto Danza. Fonda il progetto SA.NI. con la danzatrice Sara Sguotti ed insieme a nove tra i più attivi danzatori del panorama italiano lo “Stabile di Li”. Finalista di DNA appunti coreografici, premio nazionale per nuovi coreografi, a seguito del quale produce Sobotta-Atlante di Anatomia umana.
Insegna e conduce laboratori in forma assidua per la scuola internazionale di formazione Opus Ballet di Firenze e per la scuola Atelier delle Arti di Livorno.
Ha insegnato e tenuto laboratori per Spoleto Danza 2018 – festival e concorso internazionale, Supercinema – centro di residenze e produzione nazionale ( Tuscania ), Spazio Katapult ( Berlino ), Tanzlabhor ( Bielefeld ), Flic – Scuola di circo ( Torino ), Teatro Il Grattacielo ( corso per attori – Livorno ), Centre AB13 ( Marsiglia ), F.A.C.E – Teatro Frida – Festival invernale ( Padova ), Scuola Danzarte ( altamura ), Echo Echo studios ( London Derry – Irlanda ).

Lorenzo Di Rocco

 

. . .

Inizia il suo percorso di studi con la break dance e l’hip hop. Nel 2012 inizia la sua formazione come danzatore perfezionandosi nelle tecniche d’improvvisazione, nel floorwork, partnering e nella contact improvisation. In seguito inizia a collaborare con la compagnia C.O.B. danzando nei più prestigiosi teatri italiani e all’estero: Germania, Panama (festival Prisma), Giordania, Svizzera, Ungheria e successivamente con altre compagnie come: Compagnia Giardinochiuso, Adarte e
Francesca Selva. Nel 2017 viene invitato dal “Budapest dance theatre” come insegnante ospite al “XVI International dance course” e nello stesso anno si esibisce alla “NID” (New italian dance platform) con la produzione “Bolero” di C.O.B. coreografata da Loris Petrillo. Nel 2019 va in scena con Pinocchio, cooproduzione tra C.O.B. e Giardinochiuso. Oltre ad insegnare in varie scuole del territorio italiano partecipa come giurato in vari concorsi ed é attualmente direttore artistico del progetto di formazione “Intensive U.P.

Maria Vittoria Feltre

. . .

Maria Vittoria Feltre nasce in provincia di Vicenza nel 1988. E’ danzatrice e coreografa e attualmente risiede a Firenze.
Inizia gli studi di danza classica sin da giovanissima, per poi frequentare il Liceo Coreutico Teatro Nuovo di Torino. Dopo il diploma superiore decide di dedicarsi allo studio della danza contemporanea presso la Codarts – Rotterdam Danse Academie in Olanda, conseguendo il Bachelor in Contemporary Dance nel 2009. Approfondisce ulteriormente gli studi di tale disciplina presso il Centro Coreografico Opus Ballet di Firenze, seguendo il percorso professionale “L.OF.T”, di composizione e ricerca coreografica. Dal 2011 al 2014 inizia a collaborare come interprete in diverse compagnie quali Compagnia Opus Ballet diretta da Rosanna Broccatello, per Officina Pontormo diretta da Virgilio Sieni, per Sharon Fridman (Oriente e Occidente, Rovereto) e per Levantes Dance Theatre ( Greenwich
Dance Theatre, Londra). In questi anni ha inoltre la possibilità di studiare a stretto contatto con la Compagnia Zappalà Danza di Catania nell’ambito del percorso “Modem – Pro” e di frequentare il Tanzhaus Zurich di Zurigo in diverse occasioni di residenza.
Nel 2015 fonda assieme ad altre tre colleghe il collettivo Gruppo M.U.D., con il quale sviluppa e presenta diversi progetti coreografici quali “Small talk”, nato grazie al sostegno di Murmuris Teatro e Versiliadanza nel percorso residenziale Flow-residenza creativa multipla (art.45- progetto di residenza, MIBACT e Regione Toscana); “Per(n)”, un’installazione performativa realizzata site-specific per il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato; e “Temenos”,
un concerto visuale per il musicista Gianfranco De Franco e il regista Massimo Bevilacqua presentato ad Intercity Festival presso il Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino.
Dal 2016 è danzatrice per la compagnia senese Compagnia Francesca Selva, prendendo parte alla produzioni “Terra Blu”, “Amore Amaro”, “Mercy”, “Ballata Popolare” e “Le furie di Orlando” circuitando con le stesse sia in Italia che in Belgio, Germania e Ungheria. Nel 2017 lavora per la Compagnia Teatro Studio Krypton nei progetti curati da Margherita Landi “Muovere un cielo pieno di figure vive” e “Periferika”.
Dal 2017 ad oggi ha lavorato come autrice e interprete ai lavori “Isole Sensibili” con il collega Luca Zanni, co-prodotto da CON.COR.D.A. Consorzio Coreografi Danza d’Autore, “DOYOUWANNAJUDGEME”, con i colleghi Luca Zanni e Nicola Simone Cisternino, prodotto da Company Blu e recentemente selezionato per la Vetrina del Network Anticorpi XL 2019 e per il progetto ResiDanceXL 2020. Sempre in collaborazione con Luca Zanni inizia a lavorare al suo
terzo progetto autoriale “Sui legami”, nato da una performance site – specific per U.F.O. Art&Sound Festival ad Omegna, Verbania in collaborazione con il musicista sintetista Comrade.
Nel 2019 è interprete in “Tu-torial” per Margherita Landi e Agnese Lanza. Parallelamente al suo lavoro di danzatrice, dal suo diploma ad oggi mantiene vivo il suo
interesse per l’insegnamento della danza contemporanea, lavorando con diverse fasce di età specialmente sullo studio del corpo nella sua funzionalità e nella sua complessità. Collabora con coreografi nazionali ed internazionali in diversi progetti di didattica.

Jean Gabriel Maury

. . .

Jean Gabriel Maury (1991, FR) ha iniziato ad allenare intensamente la danza contemporanea nel 2007 per quattro anni presso la scuola di balletto Opus di Firenze (IT).
Ha seguito la sua formazione entrando alla Codarts Rotterdam Dance Academy nel 2011, dove si è laureato nel 2013.
Ha ballato per diversi coreografi allo Scapino Ballet dal 2013 al 2017. Nel 2017 è entrato a far parte della compagnia WArd / waRD.

Natalia Iwaniec

. . .

Natalia Iwaniec è nata in Polonia e ora è una ballerina freelance e insegnante di gaga con sede tra Polonia e Regno Unito. Ha terminato il suo Master in Teatro a Cracovia e si è laureata in danza al Dance College di Wroclaw in Polonia, dove ha studiato danza contemporanea, hip-hop, balletto, jazz e danza popolare tradizionale polacca. Ha insegnato danza contemporanea e improvvisazione in studi e con gruppi teatrali nel suo paese e all’estero.
Nel 2009, ha avuto il suo primo incontro con Gaga durante un seminario con Arkadi Zaides a Poznań (Stary Browar Nowy Taniec). Dopo questa esperienza ha deciso di fare ricerche sulla scena della danza israeliana attraverso seminari con Tal Avni (Contact Improvisation e ricerca sul movimento), Yossi Berg e Oded Graf (danza contemporanea e improvvisazione), Yaniv Mitzner (Contact Improvisation) e LeeSaar The Company (Gaga) e altri insegnanti da Israele. Da settembre 2010 a febbraio 2011, ha vissuto a Tel Aviv esplorando il linguaggio del movimento Gaga. Durante questo periodo, ha fatto parte del seminario di Yasmeen Godder per ballerini a Tel Aviv e si è formata anche in Contact Improvisation.
Natalia faceva parte del primo programma di formazione per insegnanti Gaga, certificato da Ohad Naharin nel 2012. Da allora insegna regolarmente corsi di gaga per ballerini e non ballerini a Londra e seminari in Polonia ed Europa.
È la prima insegnante di gaga certificata in Polonia e una delle poche in Europa

German Jareguie

. . .

Germán Jauregui è un regista, coreografo, ballerino e pedagogo spagnolo con sede a Bruxelles. Nel 1998 è entrato a far parte della compagnia Ultima Vez /
Wim Vandekeybus e ha lavorato come ballerino, assistente al movimento e direttore delle prove. Dal 2007 ha sviluppato il proprio lavoro, creando i pezzi
“Sunset on Mars” (2009), “Confession” (2013) e “Isaac y Diola” (2016) insieme alla coreografa Antia Diaz.

Hannes Langolf

. . .

Fu in Germania, nella sua città natale, Würzburg, che Hannes scoprì il suo amore per la danza e lo spettacolo. Dopo aver completato il suo servizio civile, è andato a studiare alla London Contemporary Dance School nel 2003 e si è laureato con un BA di prima classe (hons.). Nel 2005 a Hannes è stato offerto un posto nell’esclusivo programma interdisciplinare europeo D.A.N.C.E. (Dance Apprentice Network a Cross Europe) dove ha avuto il piacere di lavorare, creare ed esibirsi sotto la direzione artistica di Angelin Preljocaj, Frédéric Flamand, Wayne McGregor e William Forsythe.

Hannes è poi entrato a far parte del DV8 Physical Theater nel 2007, dove era un membro del cast originale delle produzioni teatrali “To Be Straight With “(2007-2009, nominato
per un Olivier Award) e “Can We Talk About This” (2010-2012), ideato e diretto da Lloyd Newson. Hannes è diventato Creative Associate di DV8 nel 2014 per la produzione “John” (commissionata dal National Theatre London) in cui ha anche interpretato il ruolo principale.

Hannes ha lavorato con Punchdrunk (Regno Unito), Thomas K. Kopp (D), Stefan Dreher (B / D), Wayne McGregor Random Dance (Regno Unito), Thierry de Mey (B), Fabulous Beast Dance Theater (IRL) e Akram Khan Company (Regno Unito) tra molti altri artisti stimolanti.

È stato membro della facoltà della English National Ballet School (UK), della scuola internazionale Iwanson per la danza contemporanea (D) e della London Contemporary Dance School – The Place (Regno Unito).

Nel 2009 Hannes ha coreografato per una produzione di schermi 4D commissionata da The London Eye Company ed è stato invitato a creare lavoro per istituzioni internazionali. Fa anche parte di un meraviglioso progetto chiamato “50 Collective”, che è un gruppo di cinquanta artisti internazionali provenienti da 29 paesi diversi che si sono riuniti per un’opportunità unica di trascorrere un periodo intensivo di 10 settimane con David Zambrano in Costa Rica nel 2010. Lì, Hannes ha sperimentato le filosofie di "Flying-Low" e “Passing Through” che ora hanno una forte influenza nel suo lavoro artistico e nella pratica dell’insegnamento.

Ulteriori crediti didattici includono DV8 Physical Theatre, The Featherstonehaughs e Matthew Bourne New Adventures, tra gli altri.

Roberto Lori

. . .

Mi formo presso il Balletto di Renato Greco a Roma con gli insegnanti Lucia Colognato (Danza Classica), Maria Teresa da Medico (Tecnica Matt Mattox), Cristina Menconi (Contemporaneo). Proseguo i miei studi con Simona Bucci, Carolyn Carlson, Monica Casadei, Loris Petrillo, Mauro Bigonzetti, Michele Abbondanza –
Antonella Bertoni, Ivan Wolfe, Paola Bianchi, Kim Kam, Giovanni di Cicco, Inaky Azpillaga, Giovanni Scarcella, Karl Portal. Per due anni faccio esperienza come ragazzo satellite nella Compagnia di Renato Greco con sede a Roma. In seguito dal 1999 al 2004 lavoro per la Compagnia Artemis danza con sede a
Parma sotto la Regia e Coreografia di Monica Casadei nelle seguenti produzioni; Senza Domicilio Fisso, Ligabue e Toccata Rea. Nel 2005 inizio a lavorare per la Compagnia di Simona Bucci con sede a Firenze nelle produzioni; I Rimasti, Hieronimus, Miracolo a Milano, Giorgio e il drago. Nel 2010 collaboro come
danzatore nella Compagnia del Coreografo Virgilio Sieni nella produzione “La Natura delle cose”. In questi anni ho collaborato anche con giovani coreografi, musicisti affermati e registi; Loris Petrillo, Simone Mignani, Maurizio Rinaldelli, Daniela Bendini, kathleen Delany, Claudio Abbado, Rosetta Cucchi. Nel 2007 sostenuto dalla Compagnia Simona Bucci, parallelamente all'attività di danzatore intraprendo la mia ricerca nel movimento, mettendo in scena alcune Coreografie, “Mare di Foglie” , “Vorticando”, “Tuffo nel vuoto”presentato al festival Civitanova danza come progetto di Residenza, “Incontro unico”, “Suoni invasivi” per il Festival MO.MO.MA di Grosseto,” “Aretusa” canto delle acque nelle metamorfosi per il Circuito teatri di Pietra – teatri antichi in Sicilia e nelle Marche, “Tra il sacro e profano” con il musicista Daniele di Bonaventura presentato al Festival Macerata Jazz e Fano Jazz, “Orlson III” collaboro con Kathleen Delany ed il fisarmonicista Claudio Jacomucci ed il contrabbassista Daniele Roccato, per l’evento Vita Vita nelle Marche collaboro con il trombettista Giorgio Li Calzi. Per il circuito teatro ragazzi dal 2015 mette in scena “Il gatto con gli stivali”, “Brutto Anatroccolo” e “Principe Ranocchio” prodotti dalla Compagnia Simona
Bucci/Compgnia degli Istanti. Nel 2019 curo la Regia e coreografia del “Capodanno cinese – prodotto dall’istituto Confucio di Macerata presentato all’arena Sferisterio, ed il nuovo lavoro “Dall’antigone” prodotto dalla Compagna degli Istanti/C.S.B. prsso il Teatro delle Arti di Lastra a Signa (FI). Sempre nel 2019 riceve dall’Università di Macerata il "Premio inclusione 3.0" per le attività inclusive svolte con la Compagnia degli Istanti/CSB
Dal 2008 tengo laboratori coreografici direttamente sul mare in italia.
Dal 2014 dirigo l’evento di Danza Urbana, Face off nelle Marche.
Nell’anno 2017 lo spettacolo “Il gatto con gli stivali” è stato selezionato per la Nid – Piattaforma di danza Italiana svoltosi a Gorizia.

Angela Placanica

. . .

Angela Placanica

DANZA CONTEMPORANEA

Si è formata come danzatrice classica e contemporanea con Tiziana Farco e Monica Morra.
Successivamente sceglie di dedicarsi professionalmente alla danza contemporanea perfezionandosi con Raffaella Giordano, Grant Mc Daniel, Lara Terzuolo, Laura Martorana e Massimiliano Siccardi, Josè Reiches, Daniel Tinazzi, Fabrizio Monteverde, Corinne Lancelle, Mauro Bigonzetti, Roberto Zappalà.
La sua formazione, le esperienze professionali e la ricerca personale le consentono di approdare ad uno stile proprio, improntato su una forte base tecnica accompagnata da una particolare attenzione alla ricerca e alla fluidità del movimento.
Curriculum
E’ danzatrice solista e co-direttrice insieme a Tiziana Farco e Monica Morra dell’omonima Compagnia.
Produzioni della Compagnia:
 “Le rughe che ho sorriso” – 1997
 “Filorosso” – 1998
 “Ali Traslate” – 1999
 “Parole leggere tra corpi in movimento” – 2001
 “Filorosso” – 2003
 “Filorosso” Rassegna Il Gesto e L’anima – 2003
ATTIVITA’ DIDATTICA
Attualmente si occupa dei corsi di formazione alla danza contemporanea presso la Scuola di Tiziana Farco e Monica Morra.
Periodicamente viene invitata a condurre laboratori di danza contemporanea presso altre scuole.
RICONOSCIMENTI
Ha partecipato a Concorsi coreografici aggiudicandosi:

 1993 – 3° premio al Concorso coreografico “La scarpetta d’oro” (sez. contemporanea)
 1994 – 1° premio al Concorso coreografico “Graffiti Modern” – A.N.L.I.D. (sez. contemporanea)
 1996 – Menzione speciale per l’interpretazione al Concorso coreografico “Città di Rieti” (sez. contemporanea)
 1996 – 2° premio al Concorso coreografico “Città di Vicenza” (sez. contemporanea)
 1996 – 2° premio al concorso coreografico “Teatro di Torino” (sez. contemporanea)
Ha partecipato come solista ai seguenti concorsi:
 1996 – 2° premio al Concorso “Città di Pinerolo” (sez. contemporanea)
 1997 – 1° premio al Concorso internazionale A.N.L.I.D. per “Giovani Talenti” (sez. contemporanea)
Ha partecipato a Concorsi coreografici con la Compagnia aggiudicandosi:
 1997 – 1° premio al Concorso coreografico “Città di Rieti” (sez. contemporanea)
 1997 – 2° premio al Concorso coreografico “Città di Pinerolo” (sez. contemporanea)
 1997 – Finalisti al Concorso coreografico “Premio Shakaroff” – Vicenza
 2000 – 1° premio al Concorso coreografico “Città di Firenze” organizzato dal Balletto di Toscana (sez. contemporanea)
Ha partecipato come coreografa:2006 – 1° premio al Concorso coreografico “Città di Pinerolo” (sez. moderno junior)
 2006 – 1° premio al Concorso coreografico “Città di Pinerolo” (sez. moderno open)
 2006 – premio speciale per miglior coreografia originale al Concorso coreografico “Città di Pinerolo” (sez. moderno open)

Jennifer Rosati

 

. . .

Jennifer nasce il 26 novembre 1994 a Tegucigalpa (Honduras).

Scopre l’interesse per la danza all’età di cinque anni e così inizia il suo percorso di studi a Perugia, dove si avvicina non solo alla danza classica ma anche all’Hip Hop, al Modern e alla Danza contemporanea.

Tra il 2001 e il 2010 esegue gli esami della R.A.D. e partecipa a vari stages con importanti insegnanti e coreografi. Nel 2010 vince la X edizione del concorso DanzAfirenze e la borsa di studio per la formazione professionale presso l’Opus Ballet, quindi si trasferisce a Firenze per poter frequentare il corso e quindi potersi diplomare poi due anni dopo.

Nel 2012 prende parte al programma L.OF.T. dell’Opus Ballet, un percorso di laboratori e approfondimento di Danza contemporanea. Nel settembre 2011 entra a far parte della Compagnia Opus Ballet con cui lavora con numerosi coreografi, tra cui Michele Oliva, Alessia Gatta, Peter Mika, Vasco Wellenkamp e partecipa a diverse produzioni come “Il lago dei cigni” di Loris Petrillo, “Otello” di Arianna Benedetti e “Belles de sommeil” di Philippe Talard, spettacolo che ha debuttato nel settembre 2014 al Grand Théâtre de Luxembourg.

Sabrina Secchi

 

. . .

Firenze 2005, rappresentazione coreografica “Pietre, sospiri infiniti” in onore dello scultore Antonio Manzi al giardino di Boboli;
Arena di Verona 2004, danzatrice nel musical “Tosca amore disperato” di Lucio Dalla, coreografia di Daniel Ezralow;
Parigi 2003, danzatrice nel musical “Les demoiselles de Rochefort” di Michel Legrand, coreografia e regia di Redha;
Francia 2000/2002, danzatrice nel musical “Roméo & Juliette” di Gérard Presgurvic, coreografia e regia di Redha;
Parigi 2002, “Dérapage” al Café de la Danse, coreografia e regia di Daniel Tinazzi;
Parigi 2002, collaborazione artistica per la creazione del cd “Gotan Project”;
Firenze 1994/1995, danzatrice nella Opus Ballet dir. artistica di Rosanna Brocanello;
1996/2000, danzatrice solista del coreografo Daniel Tinazzi

  • “Voices” PDC Dance Company – Tokyo
  • “Terzo momento” Opus Ballet – Firenze
  • “Circus of life” Fine 5 Dance Company – Taalin

1996/2000, assistente del coreografo Daniel Tinazzi

  • “Decadance Company” – New York City
  • “Cenarium Dance Company” – Rio de Janeiro
  • “K-Broadway Dance Company” – Tokyo
FORMAZIONE

1991/1993 Formazione professionale presso il Florence Dance Center;
Classico: Marga Nativo
Contemporaneo: Angela Bandinelli
Modern: Rosanna Brocanello
Atelier coreografici di danza contemporanea con Laura Simi e Damiano Foà (compagnia Silenda), Virgilio Sieni (compagnia Virgilio Sieni Danza), Corinne Lanselle (CIE Corinne Lanselle)
Seminari di Yoga allo studio White Clouds di New York City.

Da Gennaio 2010 diplomata in GYROTONIC® LEVEL 1 FOUNDATION TEACHER.

Diego Sinniger

 

. . .

Diego Sinniger è un danzatore e coreografo spagnolo che si definisce “senza etichetta”, si sente infatti legato a ogni tipo di espressione artistica mediata dalla sensibilità individuale di ogni performer. Lavora sul movimento secondo una tecnica da lui sviluppata e chiamata “coscienza muscolare” (un mix di danza contemporanea, hip hop, arti circensi ed arti marziali). Inizia la sua carriera tra la Spagna e New York nell’ambito della danza urbana. Lavora in progetti nazionali e internazionali come Brodas Bros, Uniq, Dblock, A Base de Bases, mentre continua il suo percorso formativo nell’ambito della danza contemporanea tra la Spagna, la Francia, Bruxelles e la Germania. Durante i suoi periodi all’estero, partecipa a diverse manifestazioni di rilievo quali Varium Barcellona, Cobosmika Seeds Palamos, Festival Deltebre Dansa e riceve insegnamento da coreografi importanti tra cui Wim Vandekeybus, Elena Fokina, Peter Jasko, Anton Laschky, Jordi Cortés, Laura Aris e Francisco Cordoba.
Ha lavorato come coreografo e performer in DISCONNeCT, LIOV e PaH, collaborando in simultanea con diverse compagnie tra le quali la compagnia Lali Ayguadé  per UanMi, Kokoro (grande successo di pubblico e critica a Interplay/18) e SABA, Roser Lopez Espinosa per Noviembre, Ziomara Hormaetxe per Biopiracy e compagnia Cobosmika per O.T.A. e Scrakeja’t.

Rakesh Sukesh

 

. . .

ha iniziato la sua carriera come ballerino di Bollywood con una compagnia di danza in Kerala / India. Durante questo periodo ha lavorato in diversi film come ballerino e assistente coreografo. Nel 2003 inizia la sua danza contemporanea ad Attakalari Bangalore-India. Dal 2009 Rakesh sta lavorando allo sviluppo di un metodo di movimento contemporaneo chiamato Payatt INtransit – usando Kalarippayattu e tecniche di movimento contemporaneo, yoga ed energia. È stato invitato a insegnare a Payatt INtransit in vari festival e per aziende come la compagnia di Sidi Larbi, Ultima Vez, Impuls Tanz Vienna, Deltebre Danza Spagna e molte altre società e festival in tutto il mondo.
Lavora anche come interprete / coreografo freelance, collaborando con vari artisti di diversi generi. Nel 2014 è diventato un insegnante di yoga certificato dalla scuola di yoga Shivananda. Attualmente vive e lavora dividendo il suo tempo tra Europa e Asia.

Luca Zanni

. . .

Luca Zanni è danzatore e performer. Si forma presso il Centro Coreografico Opus Ballet di Firenze e durante il percorso di studi viene inserito nell’omonima Compagnia. Nel 2013 vince il premio “Giovani talenti” per il Cavalierato per le arti della provincia del VCO. In seguito prende parte a diversi progetti da freelance collaborando negli anni con Compagnia Virgilio Sieni, Biennale Danza Venezia con coreografie di David Zambrano, Festival Oriente Occidente con coreografie di Sharon Fridman, Joe Lott Dance Company (UK), Shelly Owen (UK), Festival La Democrazia del Corpo con le coreografie di Daniele Ninnarello, Serena
Malacco, Compagnia Francesca Selva, Compagnia Petrillo Danza, Compagnia Cie Twain, Company Blu e Kinkaleri.
Oltre al lavoro di interprete, dal 2016 inizia un percorso come autore e crea in coppia con Maria Vittoria Feltre il progetto “Isole Sensibili”, co-prodotto dal consorzio Con.Cord.D.A. Nel 2018 inoltre è impegnato nel suo secondo lavoro autoriale “DOYOUWANNAJUDGEME” con Maria Vittoria Feltre e Nicola Simone Cisternino, sostenuto da Company Blu e recentemente selezionato per la Vetrina della giovane danza d’autore Anticorpi XL 2019 e sempre nello
stesso anno inizia a creare “Sui Legami” studio, collaborando con il musicista sintetista Matteo Santini.
Come docente è ospite presso il centro coreografico Opus Ballet di Firenze, Specific Training for contemporary dancer, Y.CALL intensive training program e sharing training di
Firenze

Valentina Zappa

. . .

Valentina Zappa nasce a Siena il 15-05-1992.
Dal 2007 entra a far parte della “Scuola Del Balletto Di Toscana”. Nel 2010 entra a far parte della compagnia giovanile “Antitesi Ensemble BDT”, diretta da Arianna Benedetti.
Dal 2010 al 2013 fa parte della compagnia “Antesi Ensemble BDT”, partecipando a tutte le produzioni. Dal 2014 entra a far parte dell’organico danzatori della compagnia “Opus Ballet”, prendendo parte alle produzioni di Arianna Benedetti, Samuele Cardini, Philippe Talard.
Nel 2015 prende parte al lungometraggio “The Rite of City II” diretto da Maurice Lai e coreografato da Noel Pong.
Partecipa come danzatrice a un video musicale del musicista Michel Fadel. Dal 2017 inizia a lavorare all’estero (Lussemburgo, Germania, Finlandia) come ballerina freelance lavorando con Jean-Guillaume Weis (Dance Theatre Luxembourg), Hannah Ma (The People
United), Giovanni Zazzera, Saeed Hani.
Prende parte ad un progetto site-specific diretto dal coreografo Sang Jijia all’interno del festival Fabbrica Europa e presentato anche al Festival CCDC di Hong Kong.
Nel 2019 vincitrice del bando “Crossing the Sea” con un progetto in collaborazione con gli artisti Giovanfrancesco Giannini e Fabio Novembrini.
Attualmente lavora come ballerina freelance.

Maria Zhukova

. . .

Maria Zukhova è ballerina freelance, coreografa e insegnante di danza ha lavorato con Korzo theater(Den Haag), Compagnia SALLY (Maastricht), Opera Nazionale Olandese, Dansmakers (Amsterdam), DOX (Utrecht), Holland Opera (Amersfoort). In qualità di coreografa e insegnante ha lavorato tre anni presso l’Amsterdam Academy of Arts ed è stata docente ospite presso gli Chasse Dance Studios ad Amsterdam. Tiene spesso workshop e seminari e ha presentato diverse sue creazioni in alcune importanti realtà della danza in Russia.

 

 

 

 

Un messaggio di speranza e di incoraggiamento dalla nostra direttrice Rosanna Brocanello! Grazie a il giornaledelladanza.com per la diffusione!

 

Rosanna Brocanello: dobbiamo sperare di poter tornare

 

al più presto “operativi”

 

Rosanna Brocanello

Siamo tutti consapevoli che in questo difficile momento il bene primario da tutelare sia la vita e la salute: non possiamo quindi far altro che accettare le dure limitazioni imposte anche al nostro settore, al momento totalmente paralizzato!

Non ci resta, quindi, che sperare di poter tornare al più presto “ operativi”auspicandoci che vengano adottate, da parte delle autorità, anche nel nostro settore, idonee misure di aiuto e sostegno per superare il momento di crisi.

Uniti ce la faremo!

Rosanna Brocanello

www.giornaledelladanza.com

 Il Centro Opus Ballet vuole condividere con le scuole di danza della Regione Toscana una lettera aperta da inviare alle autorità competenti e da pubblicizzare sulla stampa,  sui canali web e social del mondo della danza, per sensibilizzare i rappresentanti istituzionali sulla necessità che anche per le nostre attività siano adottate al più presto misure oltre che di aiuto economico anche sulle linee guida per una riapertura che auspichiamo possa avvenire prima possibile.

NON VOGLIAMO SMETTERE DI DANZARE!

Inviatiamo le scuole di danza a sottoscrivere la lettera, mandando semplicemente una mail a info@opusballet.it indicando il nome della scuola e la città in cui ha sede.

Grazie per la condivisione!

La direzione

Le scuole di danza della Regione Toscana vogliono unire le proprie voci per portare all’attenzione delle istituzioni e della cittadinanza la grave situazione che l’intero settore sta vivendo in questo momento.

Liliana Cosi, nel suo accorato video messaggio pubblicato da Ansa in questi giorni, ha ben illustrato la situazione drammatica che stanno vivendo le migliaia di scuole di danza italiane, di cui noi, sottoscrittori della presente, rappresentiamo solo una piccola parte, situazione che, ad oggi, non sappiamo se e come si risolverà.

Vogliamo ribadire il ruolo delle scuole di danza come centri di formazione che, al pari di qualunque società sportiva, fungono da essenziali presidi di riferimento per il territorio, occupandosi di promuovere l’attività fisica, il lavoro di squadra e le buone pratiche per la salute, diventando importanti spazi di cultura, di aggregazione e di socialità.
Inoltre esse si occupano della formazione artistica e professionale dei giovani aspiranti ballerini i quali, per la maggior parte, muovono i primi passi proprio in strutture come la nostra. In questo senso il rapporto con il mondo della cultura e del lavoro è inscindibile, tessendo una vera e propria rete di relazioni con teatri, festival, compagnie.

Le scuole di danza sono per lo più imprese private che non ricevono finanziamenti pubblici, che si sostengono esclusivamente con le quote di iscrizione degli allievi, oltre naturalmente con l’impegno e il lavoro di persone che hanno dedicato la loro vita a questa forma d’arte. Siamo un intero comparto dell’economia nazionale che paga affitti, utenze e manutenzione di immobili e sale, garantisce occupazione ad un numero enorme di insegnanti, istruttori sportivi e personale amministrativo, collabora strettamente con le realtà culturali del territorio, organizza fiere, eventi, concorsi, spettacoli.

Tutto questo, nel giro di pochi giorni, è stato letteralmente azzerato!

Su tutti i giornali si pubblicano ipotesi in merito ai tempi di riavvio delle varie tipologie di impresa. Le palestre (a cui le scuole di danza sono assimilate) spesso non sono citate, o, nei casi più ottimisti, vengono indicate come probabili aperture i mesi di settembre o ottobre. Manca ancora una definizione precisa di un’orizzonte temporale cui riferirsi, per non parlare delle modalità della ripresa. Questa incertezza, questa continuo slittamento delle date previste per la riapertura, è di certo dovuto alla difficoltà di dare risposte ad una situazione eccezionale e mai affrontata finora. Ma a che prezzo? Al prezzo del fallimento di un intero settore dell’economia italiana, con le società costrette per mesi a sostenere le spese di funzionamento di impianti deserti, senza poter contare su nessun tipo di introito e con il timore di non poter tornare più ai livelli di prima? Al prezzo della perdita di decine di migliaia di posti di lavoro?

Quanto potremo durare infatti in queste condizioni, in attesa di un’indicazione chiara che ci dica cosa dobbiamo aspettarci per il futuro?
Chiediamo, almeno, la possibilità di ripartire definendo delle “modalità di cautela” umanamente ed economicamente sostenibili, anche a costo di rischiare un temporaneo snaturamento di un’attività che per sua essenza prevederebbe la vicinanza fisica delle persone, il lavoro di gruppo, la condivisione degli spazi. Purtroppo le misure di sostegno varate finora dal Governo non offrono soluzioni sul lungo periodo, ma solo, ancorchè in modo solo parziale, tamponano l’emergenza in atto.

Noi naturalmente esprimiamo tutto il nostro sostegno alle istituzioni regionali e nazionali per il difficile lavoro che stanno svolgendo a sostegno dei cittadini e delle imprese duramente colpiti dall’emergenza. Sappiamo bene che il futuro sarà difficile e incerto per tutti, che andiamo incontro a enormi sacrifici e che ognuno di noi dovrà contribuire come può e fare fronte comune. Aspettiamo però con fiducia un segnale che chi ci amministra ha a cuore anche la nostra sorte. Uniamo, quindi, la nostra voce a tutti i professionisti del settore che in questi giorni stanno chiedendo considerazione e soprattutto risposte con un’unica grande certezza nel cuore: non vogliamo smettere di danzare per sempre!!”

Le scuole di danza

Centro Opus Ballet ssd (Firenze)

1 – A.S.D Lisette dance Studio (Firenze)

2 – Il delta della Luna (Firenze)

3 – Off Musical (Firenze)

4 – ASD artedanza (Firenze)

5 – Danza nel Mondo (Siena)

6 – ASD Club 85 (Calenzano)

7 – Time out ballet (Firenze)

8 – Keos Dance Project (Viareggio)

9 – Centro Studi Danza (Grassina)

10 – Nijinsky (Firenze)

11 – Hidron (Prato)

12 – Centro Danza Oniris (Firenze)

13 – Sfa scuola di formazione (Firenze)

14 – Motus Centro Danza (Pistoia)

15 – Accademia Danza Città (Prato)

16 – Planet Dance (Cecina)

17 – Danzarmonia

18 – Asd Fit Village Urban Dance (Firenze)

19 – A.s.d Open Dance (Firenze)

20 – ASD Academy Ballet (Prato)

21 – A.S.D. ELBA DANZA (Portoferraio)

22 – Kronos Danza e Benessere (Firenze)

23 – Immagine Danza (Firenze)

24 – Curiel Danza (Pontassieve)

25 – Accademia di danza Città di Scandicci SSD (Scandicci)

26 – Open Dance (Firenze)

27 – PGS FANTASIA ACCADEMIA DANZA a.s.d. (Firenze)

28 – One Step Dance Academy asd (Bagno a Ripoli)

29 – AlambradoDanza (Firenze)

30 – Centro Danza Coppelia (Firenze)

31 – Danzarmonia ASD

32 – Asd Double Step (Greve in Chianti)

33 – Myosotis dans academy (Montelupo Fiorentino)

34 – Asd Stella Danzante (Firenze)

35 – Lyricdancestudio a.s.d. Lyricdancestudio

36 – Opusdanza (Prato)

37 – Obiettivo :danza A. S.D. (Gambassi Terme)

38 – Ateneo della danza scsd arl (Siena)

39 – CENTRO STUDI DANZA INCISA SSD a RL (Incisa)

40 – Ass. CultraleProfessione Danza & Spettacolo (Calenzano)

41 – Dance Performance ASD – Accademia del Teatro Manzoni  (Firenze)

42 – Giovanna Benetti  insegnante UISP

43 – ASD LAB (Firenze)

44 – Il Ritmo del Caribe a.s.d (Rufina)

45 – CENTRO DANZA CHIANTI Arca Azzurra Formazione (San Casciano Val di Pesa)

46 – A. C.  Accademia Internazionale Coreutica (Impruneta)

47 – Artis’t Fornoli (Bagni di Lucca)

48 – Devil’s Rock Academy (Sesto Fiorentino)

49 – Scuola Danza Salvetti (Firenze)

50 –A.S.D. SCUOLA DANZA SAN GIMIGNANO

51 – Enars Ballet (Montelupo)

52 – Centro Studio Danza (Castelnuovo di Garfagnana)

53 – ASD BALLET CENTRE (Firenze)

54- Esperidi centro danza asd (Scandicci)

55 – Dream Dance Studio (Torre Del Lago Puccini)

56 – Kaos Professione Danza (Firenze)

57 – AC Balletto di Firenze

58 – Dance Art Studio (Sarzana)

59 – SCUOLA DI DANZA HAMLYN (Firenze)

60- Simondancestudio Asd (Empoli)

61 – Danzarte a.s.d (Agliana)

62 – A.S.D. Ballet Centre  (Firenze)

63 – Talent Academy ASD (Figline Valdarno)

64 – Armonia danza arte e movimento (Capannori)

65 – Max Ballet Academy (Firenze)

66- Associazione Demidoff (Firenze)

68 – Accademia Toscana della Danza (Firenze)

69 – Slem ArtTriboo ASD (Montelupo Fiorentino)

70 – Scuola Danse Arlequin (Firenze)

71 – ANY DANCE ASD SIENA

72 – Scuola di Danza e Balletto FiglineDanza (Figline Valdarno)

73 – BUENOS AIRES TANGO asd (Firenze)

74 – Scuola di Tango Argentino, Tango Nuevo ASD (Firenze)

75 – AB PROGETTO IN DANZA (Firenze)

76 – A.S.D. Tango y punto (Firenze)

77 – La Maison della danza (Arezzo)

78 – Tango Club di Patricia Hilliges e Matteo Panero (Firenze)

79 – Asd Pablo Tango (Firenze)

80 – DANZARE CECCHETTI ANCEC ITALIA (Firenze)

81 – Centro Studi Danza (Follonica)

82 – New Studio Accademico a.s.d. (Lucca)

83 – ASD Arcoballando (Impruneta)

84 – MDT- Mugello Dance Theatre a.s.d. ( Borgo San Lorenzo )

85 – Scuola di Danza Crescendo Asd (Certaldo)

86 – Studio Culturale Campidanza ASD (Signa)

87- UpSideDown Laboratorio Danza e Teatro (Pistoia)

88 – Underground Dance Studio (Portoferraio)

newsletter

iscriviti per essere sempre aggiornato!


Direzione artistica
Rosanna Brocanello e Daniel Tinazzi

CENTRO OPUS BALLET SSD a r.l.
via U. Foscolo, 6 (P.ta Romana)

50124 – FIRENZE.

Contatta il nostro staff per qualsiasi informazione: Tel./Fax: +39 055 2335138

Email info@opusballet.it
PEC centroopusballet@pec.it
P. Iva 06466960488



Corsi per bambini e ragazzi

Il centro Opus Ballet riserva grandissima attenzione e professionalità ai bambini e ai giovani con percorsi di gioco, movimento e divertimento fino all’orientamento per la pre-formazione per gli allievi più  dotati e motivati.

PER BAMBINI E RAGAZZI
nei vari livelli ed età il programma delle attività valorizza l’aspetto educativo, salutare, motorio e ludico-espressivo della danza, sviluppando la capacità espressiva e la creatività personale sempre con la massima attenzione a una formazione corretta e completa anche per chi frequenta i corsi solo per il piacere della danza.

I corsi di danza indirizzati ai più giovani, possono accompagnarli dai primi anni fino all’età adulta.

 Discipline per bambini e ragazzi

Tango

Tutti i corsi amatoriali



Open classes for children and teens

The Opus Ballet Centre pays the greatest professional attention to children and teens, offering games, movement and fun until reaching the pre-training classes for the more motivated and gifted students.

ALL OF THE ACTIVITIES FOR CHILDREN AND TEENS
of various levels and ages focus on the educational, health, motor and recreational-expressive aspects of dance while fostering the development of individual expression and creativity. The utmost attention is always paid to proper and complete training, even for those who are just taking classes for pleasure.

The dance courses addressed to the youngest students are conceived to accompany them from their early years to adulthood.

DISCIPLINES FOR CHILDREN AND TEENS

Danza spagnola giovani

Canto coreografico

Danze Caraibiche

Danza Creativa

Danza Orientale

Lindy Hop

Afro dance

Tango

Zumba

Yoga for kids and teens

All the recreational dance courses


La Scuola Opus Ballet viene fondata nel 1999 a Firenze come associazione culturale da Rosanna Brocanello. Nel 2004 nasce l’attuale Centro coreografico internazionale Opus Ballet con la direzione artistica di Rosanna Brocanello e  Daniel Tinazzi.

Tra i Centri internazionali di danza più importanti in Europa, si trova in una zona molto prestigiosa di Firenze (Porta Romana) e dispone di 8 grandi e luminose sale su oltre 1400 mq.

Attraverso una formazione stimolante e seria in un ambiente sereno, con workshop, seminari e laboratori tenuti da coreografi di fama internazionale, i giovani hanno la possibilità di crescere, apprendere e sviluppare la loro identità artistica. La finalità principale dei CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE è il raggiungimento del più alto e completo livello di preparazione tale da affrontare il mondo del lavoro nelle arti dello spettacolo.

La Compagnia di danza Opus Ballet è diretta da Rosanna Brocanello. L’attività di produzione evolve da basi di danza moderna nella contemporaneità, propone un linguaggio comune tra i generi, un forte impatto espressivo e un alto profilo tecnico.

Una molteplicità di tecniche e stili, attraverso una rosa di straordinari coreografi, artisti e residenze a cui i danzatori, con grande plasmabilità, accedono in un costante rinnovamento privo di confini e aperto alla sperimentazione.

La Compagnia riceve il sostegno della Regione Toscana. Le coreografie della Compagnia Opus Ballet sono state presentate in molte manifestazioni prestigiose, anche internazionali (festival, teatri, gala…), riscuotendo grande riscontro di pubblico e di critica, nonché numerosi premi riconosciuti ai danzatori che la compongono.

Alla FORMAZIONE PROFESSIONALE si accede tramite AUDIZIONI.

Ogni anno il Centro Opus Ballet tiene diverse sessioni di audizione in Italia e all’estero.
I diplomati OPUS BALLET sono danzatori e coreografi professionisti che lavorano nelle realtà e nelle compagnie più grandi del panorama artistico nazionale e internazionale.

Il Centro Opus Ballet offre anche Corsi di danza amatoriali (per adulti e bambini) e varie pratiche e discipline per il benessere Opus Balance.

Audizioni_BannerCia_generale

Periodicamente si tengono delle AUDIZIONI PER LA COMPAGNIA.


The Opus Ballet School was founded as a cultural organization by Rosanna Brocanello in 1999 in Florence. In 2004, the school became an international choreographic centre under the artistic direction of Rosanna Brocanello and  Daniel Tinazzi.

The Centre is located in Porta Romana, one of the most prestigious areas of Florence, and covers an area of over 1,400 square meters with eight  large, sunny dance studios. It is one of the most important centres of professional dance training and production in Florence, Italy and abroad.

Professional training programs, in a serene environment, workshops and seminars with internationally acclaimed choreographers, offers to our student the opportunity to grow, learn and develop their artistic talent. Our courses prepare to the world of performing arts.

The Opus Ballet Company is directed by Rosanna Brocanello. The company’s productions, based on modern and contemporary dance, all possess a common denominator: strong impressive impact and high technical level. The extreme versatility of the dancers is a result of the extraordinary choreographers and artists in residency who continuously introduce a variety of techniques, styles, new perspectives and encourage open experimentation to transcend established borders.
The company, supported by the Region of Tuscany, has performed in many prestigious national and international festivals, theaters, galas and events, and has received high critical acclaim by audiences and critics alike. The company’s dancers have also been awarded numerous prizes.

Admission for PROFESSIONAL TRAINING program by AUDITIONS.

Graduates OPUS BALLET become professional dancers and choreographers and work in the most important centers and companies in the national and international scene.

The Centre offers also recreational courses for children and adults, and best practice for wellness by Opus Balance.

Le Centre international Opus Ballet est reconnu comme l’un des plus important Centre de Formation professionnel en Europe.

Situé a Florence, dans la zone résidentielle de Porta Romana et dans des locaux de 1400 m2 divisés en 8 studios, le centre propose aux jeunes danseurs un programme intense et varié afin d’acquérir dans les plus brefs délais un savoir technique et artistique qui puisse les aider à affronter le monde professionnel de la Danse.
Les cours de la formation professionnel sont les suivants:
du Lundi au Vendredi

  • Classique
  • Modern
  • Contemporain
  • Atelier chorégraphique (2 weekends/mois)
  • 2 Campus annuel avec professeurs invités (Janvier – 5 jours / Juillet – 15 jours)
  • Préparation à l’E.A.T. (sur demande en cours privé)
  • Formation a la scène:
    Préparation à concours et participation à spectacles variés durant l’année
  • Enseignement répertoire et insertion comme apprenti Compagnie Opus Ballet.

Le Centre propose cours non-profesionnel  et centre de bien-être Opus Balance.

The Opus Ballet Company is directed by Rosanna Brocanello. The company’s productions, based on modern and contemporary dance, all possess a common denominator: strong impressive impact and high technical level. The extreme versatility of the dancers is a result of the extraordinary choreographers and artists in residency who continuously introduce a variety of techniques, styles, new perspectives and encourage open experimentation to transcend established borders.
The company, supported by the Region of Tuscany, has performed in many prestigious national and international festivals, theaters, galas and events, and has received high critical acclaim by audiences and critics alike. The company’s dancers have also been awarded numerous prizes.

AUDITIONS pour la Formation Professionnel.

Audizioni_BannerCia_generale

AUDITIONS pour la Compagnie Opus Ballet.


 



Corsi per adulti

L’Opus Ballet offre proposte di altissima qualità anche per chi vive la danza come attività di benessere o ricreativa, oltre l’ampia offerta di corsi rivolti a tutti coloro che amano la danza e le varie discipline.

Orari serali
I corsi non professionali sono tenuti da docenti altamente qualificati. Pensati per tutte le particolari esigenze di tempo, di lavoro, familiari o di interesse culturale.

PER TUTTI
nei vari livelli di studio il programma delle attività valorizza l’aspetto educativo, salutare, motorio e ludico-espressivo della danza, sviluppando la capacità espressiva e la creatività personale, attenti sempre a una formazione corretta e completa anche per chi frequenta i corsi per il piacere della danza.

CORSI E DISCIPLINE DEL CENTRO PER ADULTI

Tutti i corsi amatoriali



Recreational courses for adults

Opus Ballet offers a wide range of the highest quality courses in various disciplines for all dance lovers who wish to study dance for recreation or wellness.
Morning, afternoon and evening hours
The recreational classes are taught by highly qualified teachers and are designed to meet all the special demands of time, work, family or cultural interest.
ALL LEVELS OF THE PROGRAM
focus on the educational, health, motor and recreational-expressive aspects of dance while fostering the development of individual expression and creativity. The utmost attention is always paid to proper and complete training, even for those who are just taking classes for pleasure.

DISCIPLINES FOR ADULTS

All of the recreational courses


 


Opus Balanceun’oasi di pace nel centro della città

Uno spazio aperto, dove le persone possono ritrovare la loro dimensione di benessere, attraverso strumenti antichi e moderni; un punto di incontro e di apprendimento per armonizzare corpo, mente e spirito.

Corsi, workshop, training e terapie sono offerti all’interno di una realtà accogliente, legati dal desiderio di attivare e mantenere il benessere fisico e interiore.

Offriamo lezioni settimanali con flessibilità nella scelta degli orari e dei pacchetti di entrata. La pratica è aperta a tutti i livelli ed età, con insegnanti certificati in

Gyrotonic Expansion System® – Pilates –  Yoga  – Massaggio sportivo, benessere e trattamenti olistici

Su richiesta, sessioni private nelle varie discipline…


(altro…)