Bruno Milo

Danza Classica
Nato a Napoli, dopo gli studi nel 1981, entra nel corpo di ballo del Real Teatro San Carlo diretto dal M. Ugo Dell’Ara. Subito viene impegnato come solista nella “Giselle” di A. Alonso, nel “Romeo e Giulietta” di N. Beriosov , in “Pulcinella e Coppelia” di U. Dell’ Ara , “La Signora delle Camelie” di A. Mendez, “Concerto di Arangues, e “Concerto dell’ Albatro” M. Pistoni.
Successivamente il M. Dell’Ara lo vuole di nuovo solista all’Arena di Verona ed al Teatro Regio di Torino nel balletto “Excelsior”
Il Maestro G. Carbone direttore dell’Arena di Verona, lo invita nella sua compagnia dove dopo poco ne diviene primo ballerino.
A partire dal 1983 partecipa a tutte le produzioni e tournée in cui danza nel “Uccello di Fuoco”, Après-midi d’un faune”, “Le Quattro Stagioni” e “Dialoghi” di G. Carbone, lavora con B. Cullberg nel “Ritratto di Famiglia”, con J. Kylian in “Sinfonia in D”, con Mats Ek in “Giù nel Nord”
Il Maestro M. Pistoni lo sceglie come protagonista accanto a Luciana Savignano per il suo “Mandarino Meraviglioso”.
Nel 1986 entra a far parte del Royal Swedish Ballet, per due anni ha la possibilità di ballare in tutte le produzioni, sia classiche che contemporanee, della compagnia. Vale ricordare tra le più rilevanti, Napoli di Bournonville, lo Schiaccianoci di H. Spoerli, “Romeo e Giulietta” J. Cranko “Le Sacre de Printemps” di M.Bejart, “Embrace Tiger” di G. Tetley, “ Sinfonietta “di J. Kylian.
Nello stesso periodo collabora con il balletto di Venezia, dove balla nel Romeo e Giulietta, e nella prima assoluta del Don Quixote per la coreografia di B. Cullberg.
Nella stagione 1988/89 entra nellla prestigiosa compagnia del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino “ MaggioDanza”, diretta dal Maestro E. Polyakov, dove danza nei maggiori titoli di repertorio interpretando ruoli da protagonista in”Bella Addormentata di A. Holmes, “Infiorata a Genzano” di A.Bournonville, “Schiaccianoci” “Giselle” e “Lago dei cigni” di E. Polyakov, “Romeo e Giulietta” di R. Van Dantzig, “Onegin” di J. Cranko, “Paquita”, “Don Chisciotte” di R. Noureyev “, “Coppelia” di C. Jude, “Don Chisciotte” V. Derevianko. Ha ballato anche ruoli principali nel repertorio Balanchine: “Apollon”, “Quattro temperamenti” “Serenade”, “Agon”, “Who Cares”, “Concerto Barocco”. Ed inoltre,”Pilar of Fire” e “Dark Elegies” di A. Tudor, “The Moor’s Pavane”, e “The Unsung”, J. Limon, “Tout Satie” e “Proust” R. Petit, “France Dance” “W. Forsythe, “La Ronde” E. Polyakov, “Van Gogh” di V. Nebrada, “Largo”, e ”Chairman Dance”, L. Childs, “La strada” M. Pistoni, “ La Sagra della Primavera” P. Taylor, “Petrouchka” e “Uccello di Fuoco” M. Fokine, “Das
Marienleben” G. Paoluzzi, “Pretty Ugly” A. Miller, “Teorema” e “Achille e Penthesilea” di D. Bombana, “Carmen”, di A. Amodio, “L’Apres-midi d’un faune”, Nijinsky “Carmen “ A. Alonso.
Contemporaneamente è stato spesso ospite in altri Teatri come l’Arena di Verona “Romeo e Giulietta” “Aida” “Mandarino Meraviglioso” al Teatro nuovo di Torino “Carmen” di O. Danowwski, con la Compagnia “ Balletto Italiano” diretta da C. Fracci, ed al Teatro Petruzzelli in prima assoluta “Medea” di D. Bombana .
Ha danzato con etoils internazionali come : Luciana Savignano, Alessandra Ferri, Carla Fracci, Florence Clerc, Elena Pankova, Letizia Giuliani, Greta Hodgkinson, Eleonora Abbagnato, MarieClaude Pietragalla, Myrna Kamara,
Si è esibito a New York, Budapest, Praga, Stoccolma, Tunisi, Lubiana, Monaco di Baviera, Dortmund, Ontario, San Pietroburgo , oltre che nei maggiori Teatri Italiani
Nel 2012 con la coreografia di P. Chalmer in prima assoluta “Lago dei cigni e l’enigma Tchaikovsky” termina la sua carriera di danzatore e prosegue l’attività di insegnante di danza classica e repertorio, partecipando anche a numerosi stage, rassegne e concorsi