Mindfulness



Docente: Beant Kaur Khalsa

MEDITAZIONE / MINDFULNESS

Mindfulness è la traduzione di “sati” che in lingua pali, il linguaggio utilizzato dal Buddha per i suoi insegnamenti, significa essenzialmente consapevolezza, attenzione, attenzione sollecita. Queste qualità dell’essere vengono coltivate attraverso la meditazione.
Il concetto di Mindfulness deriva dagli insegnamenti del Buddismo (Vipassanā), dello Zen e dalle pratiche di meditazione Yoga, ma solo dagli anni 70, negli Stati Uniti, per opera di un medico del Massachusetts, Kabat-Zinn, questo modello è stato assimilato ed utilizzato come paradigma autonomo in alcune discipline mediche e psicoterapeutiche italiane, europee e d’oltre oceano. Mindfulness è quindi una modalità di prestare attenzione, senza giudicare, al fine di risolvere (o prevenire) la sofferenza interiore e raggiungere un’accettazione di sé attraverso una maggiore consapevolezza della propria esperienza che comprende: sensazioni, percezioni, impulsi, emozioni, pensieri, parole, azioni e relazioni. Tramite questa attenzione si possono gestire i propri contenuti mentali e gli stili abituali di pensiero (capacità di automonitoraggio e metacognizione) permettendo maggiori possibilità di esplorazione, espressione e cambiamento di tali contenuti tendendo all’equanimità.
“Equanime è quello stato emotivo stabile, responsivo e non reattivo, propizio alla focalizzazione dell’attenzione sul momento attuale e caratterizzato da costanza dell’umore, distacco e serenità al cospetto delle cose e dei fenomeni effimeri”
Benefici riconosciuti scientificamente sull’attività della corteccia del lobo prefrontale sinistro del cervello; incremento e rimodulazione dell’attività dei nuclei profondi dell’emisfero destro (parte intuitiva e digitale dell’esperienza esistenziale e percettiva) e dell’amigdala (struttura cerebrale collegata all’esperienza della paura); migliore gestione dello stress e dei sui eccessi ormonali; migliore risposta delle cellule immunitarie ed infine effetti protettivi sul DNA.



Teacher: Beant Kaur Khalsa

MEDITATION / MINDFULNESS

Mindfulness is the translation of the word “sati” meaning awareness, attention and careful attention in the language used by Buddha for his teachings. These qualities of the Self grow in meditation.
The concept of Mindfulness comes from the teachings of Buddhism (Vipassanā), Zen, and Yoga meditation practices, and from the 1970s, in the United States, Zabat-Zinn, a Massachusetts physician, used this model related to medical and psychotherapeutic disciplines. Mindfulness is a way of paying attention, without judging, in order to resolve (or prevent) inner suffering and to achieve self-acceptance through greater awareness of the personal experience. This includes: sensations, perceptions, impulses, emotions, thoughts, words, actions and relationships. Through this focus, you can manage your own mental content and habitual thinking styles (self-monitoring and metacognition capabilities) allowing wider exploration, expression, and change of content by the tendency to equanimity.
“Equalized is the stable, responsive and non-responsive emotional state that is conducive to focusing attention on the present and characterized by constant mood, detachment and serenity in the presence of things and ephemeral phenomena”.
Scientifically acknowledged benefits on the activity of the cortex of the left prefrontal loboum of the brain; enhancement and remodeling of the activity of deep nuclei in the right hemisphere (an intuitive and digital part of the existential and perceptual experience) and the amygdala (brain structure related to the experience of fear); management of stress and hormone excesses; best immune cell response and finally protective effects on DNA.


Opus Balance

INFORMATION
Mob.: +39 349 3662538 – Ph./Fax: +39 055 2335138 – email: balance@opusballet.it