COUNSELLING A MEDIAZIONE CORPOREA

Claudia Silletti
Danzatrice, insegnante di tango argentino, dott.ssa in Scienze del comportamento e delle relazioni sociali (Psicologia), Gestalt counsellor ad indirizzo artistico. Nel 2012 si laurea in psicologia (Università di Bologna), con tesi intitolata “Arte-terapia: tecniche, efficacia e attuali ambiti applicativi”; ispirata dal tirocinio svolto in ospedale all’interno del progetto “Arte in corsia”. Nel 2015 termina la scuola triennale di Gestalt Counselling a mediazione artistica (Art-
in-Counselling di Cinzia Lissi). All’età di 5 anni inizia a studiare danza classica, moderna e contemporanea. Studia e si perfeziona sia in Italia (principalmente presso lo I.A.L.S, Roma) che all’estero (per periodi prolungati in Francia ed Argentina) con diversi insegnanti riconosciuti. Tra questi: Claudia Perni (danza contemporanea e Pilates e Bioenergetica), Mauro Astolfi (Modern Jazz), Mariella Castelli (danza classica e sbarra a terra), Azzurra Migani (danza contemporanea), Raffaella Vuillermin (danza contemporanea e yoga), Alex Atzewi (Modern Jazz); Julien Desplantez (danza contemporanea, Parigi, Studio Harmonic), Sylvie Deluz, Laurent Deslema (danza Contemporanea, sbarra a terra, yoga; Montpellier). Nel 2010 si diploma in danza moderna (Uniscena Lyceum Danza, Commissione tecnica: Gino Landi, Alberto Testa, Wilma Battafarano, Tuccio Rigano). Successivamente studia e pratica discipline olistiche particolarmente legate alla consapevolezza corporea tra cui Yoga (Hatha, Masunaga, Kundalini), Teatro, Contact improvisation, Girokinesis, Bioenergetica, Mindfullness (percorso personale con la dott.ssa Katriona Munthe). Nel 2014 segue e conclude a pieni voti il Corso di Alta Formazione “Il Teatro come strumento per le professionalità educative” (Università di Bologna e diverse compagnie teatrali-Formazione suddivisa in lezioni pratico-teoriche e seminari residenziali a diretto contatto con realtà teatrali e teatro-educative attive sul territorio nazionale). Nel 2012 conduce insieme a Cinzia Lissi e Alessandra Fantozzi, nella Facoltà di Psicologia il laboratorio di Art therapy “Aperta-mente” in collaborazione con l’associazione studentesca “Analysis”. Dal 2011 al 2014 collabora al progetto di Art Counselling “Arte in corsia” (ideato e curato da Cinzia Lissi all’interno dell’Ospedale Bufalini di Cesena); come tirocinante in area pediatrica e psichiatrica; poi come responsabile dell’area pediatrica. Ha elaborato e condotto Laboratori di espressione corporea e Art counselling a Cesena, Brindisi e Roma ed è stata docente presso la scuola Art-in-Counselling a Bertinoro (FC). A Brindisi partecipa al convegno (organizzato dall’associazione “Araba Fenice”, patrocinato dal Comune e dalle Acli) “La relazione d’aiuto tra tradizione e modernità” (Novembre 2016) con un intervento intitolato “Tango, una danza relazionale possibile luogo di scoperta, disvelamento, consapevolezza” e
successivo workshop esperienziale. L’anno successivo è richiamata sul posto a formare un gruppo di lavoro in collaborazione con Geraldo Settanni, psicoterapeuta della Gestalt. Nello studio e pratica del tango si perfeziona con lunghi soggiorni a Buenos Aires (il primo nel 2014, il secondo nel 2016), e lavora come ballerina in diversi locali del posto e come artista “callejera” nelle maggiori piazze e strade della città. Nel 2016 partecipa al Festival Mondiale di Tango con Jorge Olguin (ballerino, coreografo e maestro argentino). Nel suo percorso di studio del tango e delle sue implicazioni “fisio-psico-relazionali” è determinante l’incontro con Marcela Trapé (Metodo BAM: Body Awareness Method, Buenos Aires). È stata invitata ad insegnare tango ed esibirsi a San Pietroburgo (2017) e a Malta (2017). Nell’isola ha presentato e condotto un workshop intensivo di Tango e Psicoanalisi, in collaborazione con il medico psicoanalista Valdimiro Pellicanò. Dal 2016 al 2018 a Roma ha collaborato con il Teatro negli Appartamenti di Silvio Benedetto in qualità di danzatrice e performer e con l’Associazione Teatro Sottosopra di Roma di Olga Macaluso. Nel 2016-2017 insegna danza moderna (corsi per bambini e ragazzi) presso il Circolo Due Ponti. Danzatrice e coreografa nello spettacolo “Labirinto Moro”, regia di Luca Archibugi; in scena al Maxxi l’11 Maggio 2018, in occasione del quarantesimo anniversario del rapimento e omicidio di Aldo Moro. Nel 2017-2018 insegna Tango argentino allo I.A.L.S. di Roma e presso RomArt Factory (Garbatella, Roma).
Il 21 gennaio 2019 è invitata a Pistoia (presso la Biblioteca San Giorgio) a tenere un seminario di Tango Counselling in occasione della Giornata Mondiale dell’Abbraccio. A Marzo 2019 è a Bruxelles presso la scuola MG Tango dove collabora con il direttore Mariano Galeano, ballerino e coreografo argentino e porta per la prima volta in Belgio il laboratorio di Tango Counselling. Dal 2018 collabora con l’Associazione “Il volo della libellula” (Sesto Fiorentino) e dal 2019 con “La Sorgente” (Firenze) dove tiene corsi di Tango e Tango Counselling; sessioni di gruppo e individuali. Nel giugno 2019 a Firenze partecipa ad Hortus Festival Cantieri Culturali Isolotto, progetto ideato da Virgilio Sieni per Firenze con workshop e performance (gruppo improvvisazione). Da ottobre 2019 è docente del corso triennale di Teatro-terapia presso il Centro Studi Art Health Therapy (Bertinoro, FC), insieme al prof. Walter Valeri. Da settembre 2020 collabora con il centro Opus Balance.


Cos’è il Counselling

Il Counselling in Italia è una professione emergente, orientata al benessere e allo sviluppo delle potenzialità della persona. Tale professione si è inserita nella nostra cultura con la terminologia originaria dei paesi in cui si è sviluppata: Counselling nella tradizione anglosassone e Counseling secondo la tradizione statunitense. Il termine è abbastanza sovrapponibile all’espressione “consulenza di aiuto” o “consulenza alla persona”. Il Counselling consiste nell’utilizzo di una serie di conoscenze, abilità e atteggiamenti finalizzati all’aiutare il cliente ad aiutare se stesso. Il Counsellor è un professionista che, avendo completato uno specifico percorso di formazione è in grado di fornire consulenze di aiuto ad individui, coppie, famiglie, gruppi e organizzazioni. La consulenza è orientata ad aiutare la persona ad aiutare se stesso in merito a:
• specifici problemi di ordine personale o professionale;
• difficoltà nel prendere decisioni;
• orientamento nelle scelte di vita;
• supporto nelle possibili difficili fasi che si susseguono durante il ciclo di vita;
• gestione della relazione con se stessi e delle relazioni interpersonali;
• sviluppo delle proprie risorse e potenzialità;
• promozione e sviluppo della consapevolezza personale;
• gestione di emozioni, pensieri, percezioni e conflitti interni e/o esterni (Dott. Danilo Toneguzzi)
Il counselling, utilizzando metodologie derivanti da diversi orientamenti teorici, ha pertanto come obiettivo quello di migliorare la qualità della vita, sostenere i punti di forza e la capacità di autodeterminazione dell’individuo.
Entrare in un percorso di counselling a mediazione corporea vuol dire riprendere contatto con i propri sensi a partire essenzialmente da un ascolto propriocettivo del corpo, del respiro, del peso, della postura. A partire da questi elementi e dalla propria relazione attuale con essi esplorare e sviluppare l’espressione dei sentimenti, degli stati d’animo e dell’energia che deriva dal contattare parti di noi assopite o represse. L’approccio di Claudia Silletti si basa sull’integrazione della formazione psicologica e gestaltica con l’esperienza artistica. Il percorso proposto, sia in gruppi che in individuale, volge a favorire un contatto profondo con la propria esperienza attuale permettendosi di osservare, accogliere ed esprimere le parti di sé ritenute inaccettabili, e dunque conflittuali: attraverso voce, immagini, suoni, gesti o movimenti. Sarà privilegiato in particolare il canale espressivo connesso al movimento, alla danza, al tango e al teatro.
Presso il centro Opus Balance saranno proposte sessioni individuali con giorni e orari da concordare e gruppi a cadenza bimensile (il sabato).


INFORMATION

Tel. 3490501555 – email: opuspilates.firenze@gmail.com