siamo molto lieti di comunicare che grazie alla grande partecipazione del pubblico, si terrà una

replica straordinaria sabato 15 febbraio_ore 17

Logo-Cia Opus Ballet

 OTELLO

Coreografie e regia Arianna Benedetti

Musiche Giuseppe Verdi

 Musiche originali Massimo Buffetti

Danzatori Noemi Dalla Vecchia, Roberto Doveri, Leonardo Germani, Stefano Pietragalla Chiara Rontini, Jennifer Lavinia Rosati, Adrien Ursulet, Gabriele Vernich, Valentina Zappa

Consulenza drammaturgica Edoardo Bacchelli

Light designer  Carlo Cerri Direzione tecnica e datore luci  Alessandro Ruggiero Fonico  Orso Casprini

Arrangiamento musicale  Roberto Nigro

Ideazione dei costumi  Arianna Benedetti Realizzazione costumi  Niccolò Gabbrielli

Fotografie Alessandro Botticelli /Video Jamaica De Marco

L’attività della compagnia Opus Ballet è sostenuta da Regione Toscana

prima assoluta

Otello Sold Out

REPLICA STRAORDINARIA - SABATO 15 FEBBRAIO_ORE 17

VI ASPETTIAMO ANCORA NUMEROSI!

..Non verserò il suo sangue né scalfirò la sua pelle più bianca della neve liscia come un alabastro sepolcrale... Eppure devi morire.. io ti ucciderò, e ancora ti amerò... (William Shakespeare, Otello)

Passato, presente, sentimenti eterni; una classicità viva e tuttora vibrante nei versi di Shakespeare che ci catapulta, anzi ci getta con violenza nell’attualità più drammatica dei nostri giorni: Otello e Desdemona, forse non il primo femminicidio della storia, senza dubbio, però, quello più famoso, più forte, più attuale. Ora, come allora. La gelosia che diviene patologia e fa sì che gli uomini, resi incapaci di vedere l’amore dalla brama di possesso, si arroghino il diritto di punire con la morte le loro donne, le loro vittime. Ecco il punto cardine su cui si impernia questo particolare lavoro coreografico: la sfida di portare sul palcoscenico della danza la forza del dramma di Otello con tutto il suo carico di attualità e modernità facendolo vivere nei suoi mille contrasti e nelle sue infinite sfaccettature. Diventano così vere e reali una dopo l’altra: dieci, cento, mille Desdemone che danzano insieme, compongono e scompongono i loro corpi e i loro sentimenti, piccole tessere di un mosaico animato e complesso, fermo immagine della condizione umiliante e, al tempo stesso, violenta a cui la società le obbliga a vivere. La rabbia di Desdemona è la rabbia di tutte le donne costrette all’impotenza persino da un oggetto semplice come un fazzoletto, un oggetto che può diventare ossessione.

Video backstage

Galleria fotografica

Dossier nuova produzione (pdf)

COMPAGNIA OPUS BALLET

direzione artistica Rosanna Brocanello

Ufficio stampa Valentina Passaro

view more