GIOVANNI GAVA LEONARDUZZI

Giovanni Gava Leonarduzzi inizia il suo percorso con la parola “B-Boy”, nella breakdance, dove è attivo dal 1997.Ha iniziato rapidamente a cercare una strada alternativa in questo tipo di movimento, cercando di crearne una sua identità e creazione di un nuovo linguaggio che ora potrebbe essere definito “sperimentale”. Tutto quello che ha creato in questi 20 anni nasce dal footwork, che prevede l’uso delle mani e piedi nel pavimento. Da questa tecnica ha iniziato una ricerca oltre il semplice gesto. La caratteristica principale di questa ricerca è quella di astrarre il movimento nato dalla break dance. Dal 2012 sta lavorando a due progetti diversi e paralleli: come breakdance performer e come coreografo e performer della compagnia di danza Bellanda.

2013 finalista al “Premio Equilibrio Roma” con una sua creazione “Senza saper né leggere ne scrivere”.

2016 ha lavorato in diverse compagnie come il Balletto Civile di Michela Lucenti in “Orfeo Rave”e “Prima della pausa”; MN Dance Company in “Conspiracy of Silence”.

Ha partecipato a molte residenze artistiche, comeArtefici- residenze creative FVG, Anticori XL; e Festival di elevata importanza, “FuoriFormato” (Genova), “Corto in Danza” (Cagliari). Menzione Speciale del Premio della Giuria e Premio Extension tour a 24MasDanza. Eseguito il brano “Sono Solo Tuo Padre” a Quinzena de danca de Almada.

2019 sta lavorando con la mia Compagnia Bellanda al progetto “Fioriture”, che ha già debuttato.

GIOVANNI GAVA LEONARDUZZI

Giovanni Gava Leonarduzzi inizia il suo percorso con la parola “B-Boy”, nella breakdance, dove è attivo dal 1997.Ha iniziato rapidamente a cercare una strada alternativa in questo tipo di movimento, cercando di crearne una sua identità e creazione di un nuovo linguaggio che ora potrebbe essere definito “sperimentale”. Tutto quello che ha creato in questi 20 anni nasce dal footwork, che prevede l’uso delle mani e piedi nel pavimento. Da questa tecnica ha iniziato una ricerca oltre il semplice gesto. La caratteristica principale di questa ricerca è quella di astrarre il movimento nato dalla break dance. Dal 2012 sta lavorando a due progetti diversi e paralleli: come breakdance performer e come coreografo e performer della compagnia di danza Bellanda.

2013 finalista al “Premio Equilibrio Roma” con una sua creazione “Senza saper né leggere ne scrivere”.

2016 ha lavorato in diverse compagnie come il Balletto Civile di Michela Lucenti in “Orfeo Rave”e “Prima della pausa”; MN Dance Company in “Conspiracy of Silence”.

Ha partecipato a molte residenze artistiche, comeArtefici- residenze creative FVG, Anticori XL; e Festival di elevata importanza, “FuoriFormato” (Genova), “Corto in Danza” (Cagliari). Menzione Speciale del Premio della Giuria e Premio Extension tour a 24MasDanza. Eseguito il brano “Sono Solo Tuo Padre” a Quinzena de danca de Almada.

2019 sta lavorando con la mia Compagnia Bellanda al progetto “Fioriture”, che ha già debuttato.